Glaucoma: sintomi, cause e trattamento

Glaucoma: sintomi, cause e trattamento

Il glaucoma non è una singola malattia, ma piuttosto un gruppo di malattie che provocano danni al nervo ottico, responsabili di portare gli stimoli visivi catturati dagli occhi al cervello. Con il nervo ottico ferito, le immagini prese dagli occhi non raggiungono il cervello e il risultato è cecità.

Il glaucoma è la principale causa di cecità irreversibile nel mondo. La cecità della cataratta è più comune del glaucoma, ma è causa di cecità reversibile (leggi: CATARATA - Che cos'è, sintomi e trattamento).

Per scoprire un'altra importante causa di cecità, vai a: DEGENERAZIONE MACULARE - Cause e sintomi.

Che cosa causa il glaucoma?

Un aumento della pressione intraoculare o della pressione all'interno degli occhi è la causa principale del glaucoma, ma non è l'unico. Ci sono casi di glaucoma in cui la pressione intraoculare è normale.

Capiamo cos'è la pressione intraoculare. Segui la figura sottostante.

Tra la cornea e la lente c'è una cavità riempita con un liquido, chiamato umor acqueo. L'umore acqueo viene costantemente prodotto e drenato, in modo che il suo volume e la sua pressione siano sempre più o meno costanti.

Quando si verifica un disturbo in questo ciclo, sia aumentando la produzione dell'umore acqueo, sia diminuendo il suo drenaggio, l'aumento di liquido in questa cavità provoca un aumento della pressione all'interno degli occhi.

La pressione intraoculare normale varia tra 8 e 21 mmHg. Quando diventa più grande di 21 mmHg, c'è il rischio di danni al nervo ottico.

Il problema con il glaucoma è che si tratta di una malattia silenziosa perché il semplice aumento della pressione intraoculare non può causare alcun sintomo. Il dolore agli occhi di solito si verifica solo quando la pressione è già elevata, di solito sopra i 40 mm Hg.

Differenza tra glaucoma ad angolo aperto e glaucoma ad angolo chiuso

L'umore acqueo che circola nella cavità anteriore dell'occhio viene costantemente drenato attraverso un tessuto poroso, simile a un setaccio, chiamato reticolo trabecolare.

Il glaucoma ad angolo chiuso si verifica quando c'è un'ostruzione fisica alla rete trabecolare e, di conseguenza, al drenaggio di questo liquido. Nel glaucoma ad angolo aperto la rete trabecolare è priva di ostruzioni, ma la sua capacità di drenaggio è ridotta.

Per facilitare la comprensione, immagina il reticolo trabecolare come il drenaggio e l'acqua del rubinetto aperta come produzione di un nuovo umor acqueo. Il glaucoma ad angolo chiuso è simile a quello che succede quando improvvisamente mettiamo un tappo sullo scarico e smettiamo completamente di drenare l'acqua. Il glaucoma ad angolo aperto sarebbe un caso in cui l'apertura dello scarico è libera, ma c'è un certo grado di intasamento dei tubi che impedisce il completo drenaggio dell'acqua, facendolo salire lentamente al di sopra del livello.

Il glaucoma acuto (improvviso) acuto ad angolo chiuso è un'emergenza medica perché la pressione intraoculare aumenta rapidamente e, nel giro di poche ore, il nervo ottico può essere distrutto, portando a una perdita irreversibile della vista.

I sintomi del glaucoma

La cecità causata dal glaucoma di solito si verifica lentamente e dall'esterno verso l'interno, cioè colpisce prima il campo visivo periferico e progressivamente diventa più centrale, come nella figura sotto. A volte il processo di perdita della vista è così graduale che il paziente nota di non essere accecato negli stadi avanzati del glaucoma.

I principali sintomi del glaucoma acuto ad angolo chiuso sono:

  • Grave dolore agli occhi.
  • Nausea e vomito.
  • Visione offuscata
  • Occhi rossi
  • Riduzione della visione, specialmente se c'è poca luce.

Il glaucoma ad angolo chiuso può verificarsi anche in modo cronico, quando l'ostruzione del reticolo trabecolare si verifica progressivamente. In questo caso l'evoluzione è più lenta, simile al glaucoma ad angolo aperto.

Nel glaucoma ad angolo aperto, come già detto, il quadro è insidioso, progredisce lentamente senza causare sintomi fino agli stadi avanzati della malattia, quando il paziente nota di perdere la vista.

Fattori di rischio per il glaucoma

  • Pressione intraoculare elevata - La stragrande maggioranza dei casi di glaucoma è associata a ipertensione oculare, ma per ragioni che non sono ben comprese, ci sono casi di danni al nervo ottico anche con la normale pressione intraoculare.
  • Razza nera - Nessuno sa perché, ma i neri hanno da 6 a 8 volte più probabilità di sviluppare il glaucoma rispetto ai bianchi. Inoltre, il glaucoma nei neri è anche di solito più grave.
  • Età - Tutti gli over 60 hanno un rischio maggiore di sviluppare il glaucoma. I neri dovrebbero iniziare ad avere una pressione oculare valutata a partire dai 30 anni.
  • Storia familiare di glaucoma - Le persone con parenti di primo grado con glaucoma hanno fino a 6 volte più probabilità di sviluppare la malattia.
  • Diabete - I pazienti diabetici sembrano essere a maggior rischio di sviluppare il glaucoma (leggi: DIABETES MELLITO - DIAGNOSI E SINTOMI).
  • Uso cronico di corticosteroidi (vedi: INDICAZIONI ED EFFETTI DI PREDNISONE E CORTICOIDI).

Diagnosi di glaucoma

Poiché è una malattia silenziosa, solo una valutazione con l'oftalmologo è in grado di identificare il glaucoma nelle fasi iniziali, che è essenziale per prevenire danni irreversibili al nervo ottico. Durante la valutazione del glaucoma, il tuo oftalmologo deve eseguire diversi test per arrivare alla diagnosi

Di solito il primo test eseguito è la tonometria, utilizzata per misurare la pressione intraoculare. Questo esame dovrebbe essere fatto di routine in ogni consultazione con un oculista.

L'esame del fundus, o fundoscopy, viene eseguito per valutare il nervo ottico. Allo stesso modo, la retinografia o l'oftalmoscopio stereo della papilla è un esame in cui si ottengono fotografie del nervo ottico per una migliore valutazione e successivo confronto con esami futuri (leggi: Oftalmoscopia)

La campimetria viene utilizzata per valutare i difetti del campo visivo causati dal danno del nervo ottico.

La gonioscopia è il test che distingue il glaucoma ad angolo aperto dal glaucoma ad angolo chiuso.

Trattamento del glaucoma

Il glaucoma non ha cura e le lesioni esistenti non possono essere invertite. Pertanto, l'obiettivo del trattamento del glaucoma è ridurre l'ipertensione oculare e prevenire la comparsa di nuove lesioni nel nervo ottico.

Il miglior trattamento è con gocce per gli occhi. La classe più comunemente utilizzata è beta-bloccanti, come il timololo. Altre opzioni sono alfa-agonisti come la brimonidina, gli inibitori dell'anidrasi carbonica come la dorzolamide e l'acetazolamide o le prostaglandine come il latanoprost.

Nei casi più gravi, quando il collirio non funziona più, o nel glaucoma ad angolo chiuso, può essere necessario un intervento chirurgico per eliminare il drenaggio dell'umore acqueo.


COSA SIGNIFICA LEUCOCITOSI E NEUTROFILIA?

COSA SIGNIFICA LEUCOCITOSI E NEUTROFILIA?

Leucocitosi e neutrofilia sono due cambiamenti riscontrati frequentemente nell'analisi del sangue, il che significa, rispettivamente, l'aumento dei leucociti e dei neutrofili nel sangue. Leucocitosi e neutrofilia sono di solito legate all'infezione, ma possono anche insorgere in una serie di altri problemi di salute, come leucemie, infiammazione, stress fisico o l'uso di determinati farmaci

(medicina)

DIFFERENZE TRA LIPOASPIRAÇÃO, HIDROLIPO, MINI LIPO e LIPOLIGHT

DIFFERENZE TRA LIPOASPIRAÇÃO, HIDROLIPO, MINI LIPO e LIPOLIGHT

Hidrolipo, minilipo, lipolaser e lipo light sono procedure vendute come forme alternative di liposuzione, ma presentano gli stessi rischi e le stesse indicazioni. La liposuzione è la chirurgia plastica più completa in Brasile, con oltre 200.000 interventi all'anno. La tecnica fu creata dal chirurgo plastico francese Yves Gerard Illouz nel 1978.

(medicina)