I 5 più grandi rimpianti degli esseri umani prima di morire

I 5 più grandi rimpianti degli esseri umani prima di morire

È triste pensare che noi piangeremo il giorno in cui verranno i nostri ultimi momenti.

Cambia il tuo modo di pensare e di agire, di essere orgoglioso di te stesso e di non preoccuparti troppo degli altri.

Spesso sacrifichiamo il nostro presente per preparare il nostro futuro.

Questa è la ragione principale per cui un giorno realizzeremo che stiamo sprecando il nostro tempo preoccupandoci per " se mai" "o" Devo fare questo per preparare il mio futuro

"

È un prezzo molto alto che dobbiamo pagare con i soldi delle scimmie. Non mettere a fuoco sul nostro presente significa distruggere il nostro futuro

, soprattutto quando teniamo conto che non abbiamo modo di prevedere cosa ci accadrà.

La maggior parte delle persone si pone queste domande una volta che è troppo tardi, una volta che la loro vita è disceso nel caos e deve regolare situazioni drammatiche con molte armi antiquate. ci sono un paio di volte, Bronnie Ware, un infermiere che ha dedicato la sua vita a per curare i malati terminali,

ha svelato in modo inedito i 5 pensieri, pensieri o rimpianti che esprime più spesso i pazienti che stava trattando poco prima di morire. Leggere queste informazioni ti aiuterà a pensare a

come gli esseri umani possono valutare ciò che sono. sul punto di perdere, e sulla sua immensa capacità di pentirsi. Tuttavia, ciò che è veramente sorprendente,

è l'opportunità di realizzazione che tutti godiamo momenti prima del nostro ultimo respiro.

Essere consapevoli di tutto questo può lasciarti un sapore agrodolce in bocca, un'impressione piena di speranza sulla facoltà che dobbiamo sempre andare avanti nella vita, e una sensazione di tristezza causata da l'inevitabilità del nostro destino

Nel resto di questo articolo, riveleremo i 5 rimpianti più comuni espressi dagli umani quando muoiono.

1. "Mi sarebbe piaciuto avere la forza di vivere da solo e non preoccuparmi di ciò che gli altri mi stavano aspettando"

Essere te stesso in un mondo di apparenze è qualcosa di molto complicato

Se pensiamo a quanto poco tempo dedichiamo a conoscere noi stessi, è possibile che una grande sensazione di torpore ci invada.

Questo pensiero ci persegue per tutta la vita, ma noi non Non osiamo lasciarlo sfuggire di mente.

Lo reprimiamo perché ci siamo organizzati in modo che la vita continui, in modo che possiamo tranquillamente continuare ad eseguire i piani che avevamo pianificato e che ci danno un senso di sicurezza.

Secondo Bonnie Ware, questo rimpianto è quello più spesso espresso al momento degli ultimi addii.

La stragrande maggioranza di noi ha sogni incompiuti, desideri e battaglie irraggiungibili da intraprendere che consideriamo persi in anticipo.

Abbiamo il potere di cha La risposta è ovviamente positiva

Leggi anche: 6 parole magiche per godersi al meglio la vita

2. "Vorrei non aver lavorato tanto"

Il ritmo infernale della vita moderna, lo stress, la necessità di lavorare per guadagnare denaro che spendiamo così rapidamente, che usiamo per estinguere i nostri debiti o avere l'auto che vogliamo, facciamo rimpiangere molte cose durante i nostri ultimi momenti.

viviamo per lavoro, quindi dobbiamo lavorare per vivere. , mentre questo può sembrare piuttosto idealista,

ha sarebbe molto meglio essere in grado di lavorare senza mai soffrire, essendo appassionato di tutte le cose che facciamo. In questo modo,

il lavoro non ci causerebbe tanti problemi e non sarebbe un ostacolo per godere dei piaceri della vita.

Sarebbe meglio, ad esempio, passare più tempo con persone che siamo cari. Questo ci suggerisce che è giunto il momento di semplificare i nostri modi di vita e di essere contenti di ciò che abbiamo

.

Questo cambiamento ci aiuterà a non avere troppi rimpianti quando si lascia il mondo umano

3. "Avrei dovuto prendermi il tempo di esprimere i miei sentimenti"

Per essere in pace con se stessi, è necessario esprimere ciò che sentiamo nel nostro cuore.

Quanto perdiamo perché Abbiamo paura di lasciare la nostra zona di comfort?

Quante parole non abbiamo detto semplicemente per paura, orgoglio o eccesso di prudenza? Non è buono,

e nemmeno responsabile , per mantenere in noi tutti i sentimenti che proviamo. Siamo nati per esprimere noi stessi, è giunto il momento di farlo.

4. "Mi sarebbe piaciuto non perdere di vista i miei amici"

Mancanza il tempo, i conflitti e i cambiamenti della vita ci fanno talvolta allontanare dai nostri amici più cari, e la vita quotidiana che conduciamo non ci rende le cose facili.

Avere amici e tenerli è un compito molto complicato, ma al quale non dobbiamo rinunciare.

È molto comune che quando partiamo, pensiamo in tutte quelle volte che non abbiamo trascorso con i nostri amici, perché eravamo troppo occupati con compiti che sono spesso molto spiacevoli.

Alcune persone mantengono la nostra amicizia e affetto per sempre, dobbiamo goderci la loro presenza finché possiamo.

5. "Mi sarebbe piaciuto essere più felice"

Nell'infinita ricerca della felicità, finiamo per odiare la strada che prendiamo.

Crediamo che la nostra felicità dipenda dal nostro successo, ma non ci rendiamo conto che essere felici non si ottiene arrivando da qualche parte, perché è soprattutto un atteggiamento, un modo di vivere. Nei momenti che precedono la scomparsa di un essere umano, spesso si realizza che

La chiave della felicità risiede nelle decisioni difficili che devono essere prese quotidianamente, che ci permettono di vivere una vita più piena e più esilarante.

Gli scritti di Bronnie Ware possono invitarvi a una riflessione interessante sull'argomento:

"Le persone maturano molto quando affrontano la propria mortalità. Ho imparato a non sottovalutare mai la capacità delle persone di maturare. Alcuni cambiamenti possono essere fenomenali.

Ognuno di noi sperimenta una varietà di emozioni, come possiamo intuire: rifiuto, paura, rabbia, rimorso, ancora rifiuto, infine accettazione. Ogni paziente trova la pace prima di partire. "

Queste parole trasmettono molta speranza e serenità alla morte. Pensare che arriviamo a concepire e accettare la nostra partenza, ci porta a una possibile conclusione:

il processo di accettazione della vita è necessario per essere in pace. La vita non è ciò che concepiamo, o ciò che immaginiamo.

C cosa sta succedendo adesso, qui e ora, mentre cerchiamo spesso di liberarci del nostro passato o di predire il nostro futuro.


Cosa può rivelare l'acne sulla tua salute

Cosa può rivelare l'acne sulla tua salute

Anche se l'acne ha cause diverse e di solito è strettamente correlata ai cambiamenti ormonali, questo problema può anche essere il segnale di un disturbo interno. Spesso, il l'acne si verifica a causa di una mancanza di cura della pelle, o per il grasso in eccesso nei pori. Tuttavia, questo problema estetico può anche essere la spia che qualcosa sta accadendo nel nostro corpo .

(Buone abitudini)

Se cadi 7 volte, alzati 8 volte

Se cadi 7 volte, alzati 8 volte

Se cadi, alzati . Tutti conosciamo questo principio, ma è difficile metterlo in pratica quando attraversiamo un brutto momento! Nel corso della vita, ci sono momenti in cui cadiamo, e dobbiamo alzarci, perché ci sono ancora un sacco di modi per andare. Ti consigliamo: 5 consigli per mettere una brutta giornata in prospettiva Ansia, depressione, frustrazione, stress .

(Buone abitudini)