10 SEGNI CHE POSSONO INDICARE PROBLEMI DI GRAVIDANZA

10 SEGNI CHE POSSONO INDICARE PROBLEMI DI GRAVIDANZA

La gravidanza è una fase nella vita di una donna in cui ha spesso sentimenti ambigui. Nonostante la felicità e l'eccitazione di sapere che presto diventerà madre, la gravidanza può anche far sentire la donna incinta infelice. Intorpidimento, stanchezza, sonno eccessivo, bruciore di stomaco, dolori addominali, gambe gonfie, instabilità emotiva, voglia di urinare in ogni momento e comparsa di smagliature sono solo alcuni dei segni e dei sintomi della gravidanza inopportuni.

Sebbene questi sintomi indesiderati siano attesi e in qualche modo considerati normali in una gravidanza sana, è necessario che le donne in gravidanza prestino molta attenzione e non etichettino immediatamente alcun sintomo scomodo come un altro dei molti problemi della gravidanza.

I capezzoli sono normali, ma la nausea eccessiva, che impedisce alla donna incinta di mangiare e idratarsi, non può essere ignorata. Allo stesso modo, il dolore addominale in gravidanza è molto comune, ma un forte dolore addominale associato a contrazioni uterine e perdita di sangue attraverso la vagina può essere un segno della minaccia di aborto.

Se sei incinta e non conosci i segnali di pericolo, corri il rischio di trascurare i sintomi importanti che potrebbero insorgere durante la gravidanza. Non cercare il medico al momento giusto può finire per danneggiare la salute del tuo bambino nella pancia.

In questo articolo parleremo di 10 segni e sintomi che di solito indicano qualche problema in gravidanza e che non dovrebbe mai essere ignorato dalle donne in gravidanza.

Problemi in gravidanza # 1 - Sanguinamento vaginale

Piccole perdite di sangue attraverso la vagina, senza altri sintomi associati, possono verificarsi in qualsiasi momento durante la gravidanza senza necessariamente indicare un problema. La maggior parte dei sanguinamenti durante la gravidanza è di volume ridotto e ha origine da piccole lesioni del tratto genitale femminile, che di solito non comportano alcun rischio per il feto.

Vi sono, tuttavia, alcune caratteristiche del sanguinamento vaginale che parlano a favore delle complicazioni. Sono:

  • Emorragia voluminosa o persistente.
  • Presenza di coaguli
  • Sanguinamento associato a dolore addominale o pelvico rilevante.
  • Sanguinamento associato a frequenti e intense contrazioni uterine.
  • Sanguinamento associato alla caduta della pressione sanguigna.
  • Sanguinamento vaginale in donne che hanno avuto un aborto spontaneo.

È importante notare che anche il sanguinamento vaginale senza i segni di rischio sopra elencati deve essere segnalato all'ostetrico. Il fatto che i piccoli sanguinamenti siano relativamente comuni non significa che siano obbligatoriamente benigni. La prevenzione è sempre meglio che curare.

Tra i problemi più gravi che possono verificarsi con il sanguinamento vaginale durante la prima metà della gravidanza, possiamo citare:

  • Aborto o minaccia di aborto.
  • Gravidanza ectopica (leggi: GRAVIDANZA ECTOPICA - Sintomi, fattori di rischio e trattamento).

Tra i problemi più gravi che possono verificarsi con il sanguinamento vaginale durante la seconda metà della gravidanza, possiamo citare:

  • Minaccia di parto prematuro.
  • Placenta previa (leggi: PLACENTA PREVIA - Cause, sintomi e trattamento).
  • Distacco della placenta prematura (leggi: SCARTO PREMATURO DI PLACENTA - Cause, sintomi e trattamento).
  • Rottura uterina

Parliamo più dettagliatamente di sanguinamenti della gravidanza nel seguente articolo: SPURGO ALL'INIZIO DELLA GRAVIDANZA.

Problemi in gravidanza # 2 - Dolore addominale

Come il sanguinamento vaginale, lievi dolori alla pancia sono eventi comuni e innocenti durante la gravidanza. Tuttavia, se è presente uno dei seguenti segni, la donna incinta deve contattare immediatamente l'ostetrico:

  • Dolore addominale severo e persistente.
  • Dolore addominale associato a vomito.
  • Dolore addominale con diarrea sanguinolenta.
  • Dolore addominale con febbre.
  • Dolore addominale con sanguinamento vaginale.
  • Dolore addominale causato da contrazioni uterine.
  • Dolore addominale con perdita di liquidi attraverso la vagina.
  • Dolore addominale associato a dolore da urinare.

Tra i problemi di salute che possono essere la causa di un dolore addominale rilevante in gravidanza, possiamo citare:

  • Gravidanza ectopica
  • Aborto spontaneo
  • Dolore al legamento rotondo.
  • lavoro.
  • Distacco della placenta.
  • Preeclampsia.
  • Infezione urinaria in gravidanza.
  • Malattie intra-addominali non correlate alla gravidanza, come appendicite, colecistite, pancreatite, gastroenterite infettiva o calcoli renali.

Se vuoi conoscere le diverse cause del dolore addominale in gravidanza, accedi al seguente articolo: PRINCIPALI CAUSE DEL DOLORE ADDOMINALE IN GRAVIDANZA.

Problemi in gravidanza # 3 - Nausea e vomito

Avere nausea nelle prime settimane di gravidanza è uno dei segni più tipici e noti della gravidanza. Tuttavia, c'è un limite a ciò che consideriamo una "normale" nausea della donna incinta.

Nella maggior parte delle donne incinte, la nausea è intermittente. C'è una comune alternanza tra fame e nausea durante il giorno. Sebbene scomoda, la malattia gravidica raramente causa problemi al feto. La maggior parte delle donne incinte può nutrirsi durante i periodi di sollievo dalla nausea, mantenendo così un'adeguata assunzione di sostanze nutritive.

Tuttavia, a differenza degli altri tipi di nausea e vomito che sperimentiamo nel corso della vita, nella nausea tipica della gravidanza non ci sono altri sintomi gastrointestinali associati come febbre, diarrea e forti crampi. La presenza di questi sintomi indica un problema più serio di una semplice malattia della gravidanza.

Un altro segno di gravità è il vomito intenso e incontrollabile, che rende la donna incinta incapace di nutrirsi o idratarsi adeguatamente. Se sei incinta, hai vomito frequente e hai perso almeno due chili a causa di questi, cerca un dottore, dato che possiamo affrontare la diagnosi di iperemesi gravidica.

L'iperemesi gravidica si verifica fino al 2% delle gravidanze ed è caratterizzata da vomito incontrollabile, non rispondente al trattamento, associato a disidratazione, alterazioni idroleleolitiche e perdita di peso. Poiché la madre non può nutrirsi o bere liquidi, deve essere ammessa per i liquidi per via endovenosa.

Se vuoi saperne di più sulla malattia della gravidanza, leggi: RUBBLES E VOMITO IN GRAVIDANZA - Cause e trattamento.

Problemi in gravidanza # 4 - Contrazioni uterine prima del tempo

In gravidanza ci sono due tipi di contrazione uterina: indolori, innocenti e dolorosi e possono causare l'espulsione del feto.

Le contrazioni uterine indolori, chiamate contrazioni di Braxton Hicks, di solito derivano dal 2 ° trimestre di gravidanza e servono come "allenamento" per l'utero al parto. Le contrazioni di Braxton Hicks causano più disagio del dolore e sono di breve durata, con intervalli irregolari e bassa frequenza.

D'altra parte, le contrazioni uterine dolorose sono quelle che sono associate con l'inizio del travaglio. Se la donna incinta ha già oltre 38 settimane di gravidanza, è naturale che si manifestino. Il problema è quando queste contrazioni dolorose cominciano ad apparire prima della 37a settimana di gravidanza, portando al rischio di parto pretermine.

Se hai meno di 37 settimane di gravidanza e hai contrazioni uterine con le seguenti caratteristiche, contatta il tuo ostetrico:

  • Contrazioni uterine dolorose.
  • Contrazioni uterine frequenti e ritmiche, che si intensificano con il passare delle ore.
  • Lieve sanguinamento vaginale.
  • Rompere la sacca d'acqua.
  • Sensazione di pressione nella regione pelvica.

Problemi nella gravidanza n. 5 - Scariche vaginali

I cambiamenti ormonali naturali in gravidanza possono causare alla donna incinta un scarico vaginale innocente. In generale, questa scarica benigna è di piccolo volume, leggera e inodore.

Tuttavia, alcune complicanze della gravidanza o infezioni ginecologiche possono manifestarsi con perdite vaginali. Cerca il tuo ostetrico se lo scarico è accompagnato da uno dei seguenti:

  • Febbre.
  • Forte odore
  • Chiaro scarico purulento.
  • Scarico eccessivo.
  • Scarico sanguinante
  • Dolore pelvico
  • Prurito vaginale intenso.
  • Bruciore o dolore nella vagina.
  • Dolore durante la minzione.

Se vuoi saperne di più sui diversi tipi di perdite vaginali, leggi: CORREZIONE VAGINALE IN GRAVIDANZA.

Problemi in gravidanza # 6 - Dolore durante la minzione

Il dolore durante la minzione, chiamato disuria, è uno dei sintomi più classici dell'infezione del tratto urinario, specialmente la cistite, che è l'infezione della vescica.

La cistite si verifica in circa l'1-2% delle donne in gravidanza. Poiché il rischio di risalita dei batteri verso i reni è maggiore nelle donne in gravidanza, la cistite della donna incinta è considerata un quadro più grave rispetto alla cistite delle donne non gravide.

L'infezione del tratto urinario in gravidanza è associata ad un aumentato rischio di infezione del rene materno (pielonefrite) e parto prematuro, basso peso fetale e aumento della mortalità perinatale.

Oltre al dolore durante la minzione, altri segni e sintomi di infezione del tratto urinario di cui dovresti essere a conoscenza sono:

  • Qualsiasi tipo di disagio nell'area genitale che si presenta quando si urina (dolore, bruciore, bruciore, peso, punti, ecc.).
  • Disponibilità a urinare spesso.
  • Difficoltà a trattenere l'urina.
  • Volontà di urinare anche con una vescica vuota.
  • Sangue nelle urine.

In particolare, parliamo dell'infezione del tratto urinario in gravidanza nel seguente articolo: INFEZIONE URINARIA IN GRAVIDANZA - Sintomi, cause e trattamento.

Problemi in gravidanza # 7 - Gonfiore asimmetrico nelle gambe

Tutti sanno che le donne incinte mantengono fluido e praticamente tutte le donne incinte hanno un certo grado di edema delle gambe nel terzo trimestre di gravidanza.

Tuttavia, ci sono situazioni in cui l'inizio dell'edema degli arti inferiori dovrebbe attivare il segnale di avvertimento. Il principale è quando una gamba inizia a diventare sproporzionatamente più gonfia rispetto all'altra.

La gravidanza aumenta il rischio di trombosi venosa profonda (TVP) e l'edema asimmetrico può essere il primo segno di una grande vena nella gamba ostruita da un trombo (coagulo). La trombosi degli arti inferiori è una condizione pericolosa, in quanto è il principale fattore di rischio per l'embolia polmonare (leggi: LUNG EMBOLIA - Sintomi, cause e trattamento).

Oltre al gonfiore asimmetrico, altri segni di TVP dell'arto inferiore sono arrossamento, dolore, aumento della temperatura della gamba interessata e gonfiore "indurito" intorno all'area trombizzata.

Spieghiamo in maggior dettaglio la trombosi degli arti inferiori nel seguente articolo: TROMBOSI VENOSA PROFONDE - Cause, sintomi e trattamento.

Problemi in gravidanza # 8 - Ridurre i movimenti del bambino

La maggior parte dei bambini inizia a muoversi all'interno dell'utero dalla settima o ottava settimana di gravidanza. Tuttavia, in questa fase, sono ancora molto piccoli e i loro movimenti sono impercettibili alla madre.

I movimenti del bambino iniziano a essere percepibili solo dalla sedicesima settimana, anche se sono ancora discreti. Le donne che hanno sperimentato altre gravidanze hanno maggiori probabilità di riconoscere i loro feti "a calci", mentre le madri che per la prima volta sono spesso in grado di identificare i movimenti del bambino dopo la 20a settimana.

Dal terzo trimestre, tuttavia, i movimenti fetali diventano facilmente identificabili, spesso visibili anche attraverso la pancia della madre. In questa fase, le donne incinte possono facilmente capire quando il loro bambino è sveglio e quando sono addormentati.

Una brusca riduzione dei movimenti fetali può essere un segno di complicazioni della gravidanza. Per questo motivo, alcuni ostetrici raccomandano di trascorrere un po 'di tempo contando i calci del tuo bambino. Puoi scegliere un'ora del giorno in cui il tuo bambino è di solito attivo. Conta quanti "calci" ti dà il bambino in tempo per avere un'idea di quanto sia attivo.

Se inizi a sentire il tuo bambino più tranquillo del solito e il suo numero di calci nelle prossime 2 o 3 ore è molto più basso del previsto, contatta il tuo ostetrico. Ma prima di disperare, ricorda che il bambino potrebbe semplicemente dormire. Idealmente, sai a che ora del giorno è più agitato.

Problemi in gravidanza # 9 - Febbre

La febbre è un segno quasi ovvio che c'è qualcosa che non va, che la donna sia incinta o no. Anche così, è importante rafforzare la necessità di contattare l'ostetrico se la donna incinta inizia a mostrare temperature superiori a 37, 5 ° C per più di 24 ore. Se il bambino ha la febbre superiore a 38, 5 ° C, il contatto con l'ostetrica deve essere immediato.

Le infezioni durante la gravidanza aumentano il rischio di complicanze sia per la madre che per il feto. Alcuni di loro sono associati, persino, a un maggior rischio di parto pretermine.

Per capire cos'è la febbre e quali sono i suoi rischi, leggi: CHE COSA È FEBBRA?

Problemi in gravidanza # 10 - Segni di pre-Eclampsia

La pre-eclampsia è una complicanza grave che può verificarsi durante la seconda metà della gravidanza, di solito dopo 20 settimane di gravidanza.

La preeclampsia si verifica nel 5% -10% delle gravidanze. Il 75% dei casi è lieve e il 25% severo. I segni e i sintomi della preeclampsia sono:

  • Ipertensione che sorge dopo la ventesima settimana di gestazione.
  • Perdita di proteine ​​nelle urine, che di solito si nota a causa di un aumento della formazione di schiuma nell'urina.
  • Gonfiore del corpo, specialmente nelle braccia, nelle gambe e nel viso.
  • Dolore addominale
  • Mal di testa.
  • Visione sfocata
  • Cambiamenti nei test di funzionalità epatica (leggi: COSA SIGNIFICA TGO, TGP, GAMMA GT E BILIRUBIN?).

Quando la donna incinta con pre-eclampsia inizia a presentarsi con convulsioni, chiamiamo l'eclampsia.

Per quanto riguarda il feto, i rischi della preeclampsia includono la rottura prematura della placenta, la scarsa crescita e lo sviluppo intrauterino e il parto prematuro.

Spieghiamo in dettaglio la pre-eclampsia nell'articolo: ECLAMPSIA E PRE-ECLAMPSIA - Sintomi, cause e trattamento.


ROACUTAN (Isotretinoin) - Che cosa si tratta, come prendere e gli effetti avversi

ROACUTAN (Isotretinoin) - Che cosa si tratta, come prendere e gli effetti avversi

introduzione Roacutan è il nome commerciale dell'isotretinoina, un potente farmaco indicato per il trattamento dell'acne grave e della rosacea. L'isotretinoina è un farmaco estremamente efficace contro i punti neri e i brufoli, ma è un farmaco che deve essere somministrato con cautela a causa dei suoi molteplici possibili effetti collaterali e del suo rischio di causare malformazioni fetali. I

(medicina)

TRICHURIASE - Trasmissione, sintomi e trattamento

TRICHURIASE - Trasmissione, sintomi e trattamento

La trichuriasi è un parassita causato dal parassita Trichuris trichiura , un nematode di circa 4 cm di lunghezza che si trova nell'intestino crasso degli individui infetti. L'infezione da T. trichiura è solitamente asintomatica nella maggior parte degli individui, ma può causare diarrea cronica in pazienti infetti da centinaia di parassiti. C

(medicina)