POSITIONAL POSITIONAL BENIGN VERTICALE

POSITIONAL POSITIONAL BENIGN VERTICALE

La vertigine posizionale parossistica benigna (BPPV), detta anche vertigine posizionale o vertigine posturale, è la causa più comune di vertigini ed è caratterizzata da brevi episodi di vertigini scatenati, solitamente da movimenti della testa. Vertigine posizionale parossistica benigna deriva da problemi nell'orecchio interno, che è uno degli organi responsabili del nostro equilibrio.

In questo testo affronteremo i seguenti punti sulla vertigine benigna parossistica posizionale:

• Cos'è la vertigine.
• Cos'è la vertigine posizionale parossistica benigna.
• Sintomi di BPPV.
• Trattamento di BPPV.

Cos'è la vertigine?

Tutti pensano di sapere cosa sono le vertigini, ma questo termine viene spesso usato in modo scorretto per descrivere sensazioni come squilibrio, nausea, ipotensione, debolezza, visione doppia, sfocatura visiva, malessere e così via. La vera vertigine è quella che si presenta come un falso senso di auto-movimento o dell'ambiente, spesso associato a squilibrio e / o sensazione di malessere.

Se non riesci a bilanciare, ma non hai la falsa sensazione che tu o l'ambiente circostante sia in movimento, questo non è vertigini. Ad esempio, i pazienti con lesioni neurologiche possono perdere la capacità di stare in equilibrio anche senza necessariamente avere le vertigini. Le vertigini sono ciò che proviamo quando giriamo velocemente o quando siamo ubriachi.

Quando le vertigini sono causate da un senso di rotazione, cioè quando sembra che tutto intorno giri, lo chiamiamo vertigini. La vertigine è il tipo più comune di vertigini.

Cos'è la Vertigine posizionale parossistica benigna (BPPV)

Per capire BPPV, è necessario prima conoscere il funzionamento dell'orecchio interno.

Il labirinto è un organo presente all'interno dell'orecchio, composto da una serie di archi semicircolari che contengono liquidi al suo interno. Il movimento di questi fluidi è ciò che aiuta il cervello a identificare i movimenti del corpo ea mantenerci in equilibrio. Grazie al labirinto, il cervello può interpretare movimenti angolari, accelerazioni lineari e forze gravitazionali.

Sai perché abbiamo le vertigini dopo aver sparato? Perché quando ci fermiamo, anche se siamo fermi, i liquidi all'interno dell'orecchio interno sono ancora in movimento rotatorio per alcuni secondi, facendo capire al cervello che stiamo ancora correndo. Pertanto, pur essendo fermati, sentiamo la sensazione di rotazione, che caratterizza vertigini e vertigini.

Per saperne di più su vertigini e vertigini, leggi anche:
- CHE COSA E 'LABIRINTITE?
- TINTURA E VERTIGEM | Cause e sintomi
- CINETOSE | MOTION ENJOO.

L'insorgenza di vertigine posizionale parossistica benigna è solitamente attribuita alla presenza di cristalli di calcio all'interno del canale semicircolare posteriore, che è il più basso dei 3 canali del labirinto e responsabile della rilevazione dell'accelerazione lineare della testa. La presenza di questi cristalli altera il normale flusso di liquido all'interno del canale, portando a interpretazioni errate del cervello quando ci sono movimenti del corpo, specialmente della testa. Il BPPV è innescato in modo classico da specifici movimenti della testa (spiego meglio dopo).

Circa il 35-40% dei casi di vertigine posizionale parossistica benigna sono idiopatici, cioè non presentano una causa stabilita. Lievi lesioni alla testa possono essere il fattore scatenante in circa il 15-20% dei pazienti. I casi rimanenti sono solitamente causati da altre malattie, come l'otite media (mal di testa), gli interventi chirurgici alla testa, la malattia di Meniere, la neurite vestibolare, l'emicrania e molte altre malattie dell'orecchio.

Sintomi di vertigine posizionale parossistica benigna

I pazienti con BPPV di solito si lamentano di episodi ricorrenti di vertigini che durano meno di un minuto. Possono verificarsi anche nausea e vertigini. Sebbene ogni singolo episodio sia breve, può essere ripetuto per giorni, settimane o addirittura mesi (la durata media è di due settimane). I pazienti hanno spesso improvvise remissioni spontanee e ricadono mesi dopo.

Episodi di vertigini sono causati da specifici movimenti della testa, come alzare lo sguardo, sdraiarsi o alzarsi o rotolare nel letto. Il dilemma può sorgere improvvisamente, con le vertigini che appaiono per la prima volta non appena il paziente si sveglia e cerca di alzarsi.

La presenza di nistagmo, che sono movimenti ritmici e anormali dell'occhio, sono tipici della vertigine posizionale parossistica benigna. Ci sono manovre che possono essere fatte durante l'esame fisico, come il test Dix-Hallpike, che aiuta a scatenare vertigini e nistagmo, rendendo più facile la diagnosi di BPPV.

Trattamento di vertigine posizionale parossistica benigna

Ci sono diverse manovre fisioterapiche con la testa che mirano a muovere i cristalli di calcio per espellerli dai canali del labirinto. Queste tecniche sono chiamate manovre di riposizionamento otolitico e presentano risultati eccellenti.

Eseguiti nell'ambulatorio del medico, le manovre di riposizionamento otolitico sono composte da diverse posizioni della testa semplici e lente. Ogni posizione viene mantenuta per circa 30 secondi dopo la scomparsa di vertigini o nistagmo. Questa tecnica è generalmente efficace dopo una o due sessioni.

Il tuo otorinolaringoiatra probabilmente ti insegnerà come eseguire la procedura su te stesso, in modo che tu possa farlo a casa prima di tornare in ufficio per la rivalutazione.

Di solito i farmaci non sono necessari per trattare la vertigine posizionale parossistica benigna.


MALATTIA MINIMI MINIMI - Sindrome nefrotica infantile

MALATTIA MINIMI MINIMI - Sindrome nefrotica infantile

La malattia della lesione minima, nota anche come nefropatia da lesione minima, malattia glomerulare dovuta a lesioni minime o sindrome nefrosica dovuta a lesioni minime, è una malattia renale, molto comune nei bambini, caratterizzata da un'eccessiva perdita di proteine ​​attraverso l'urina. Tra

(medicina)

COMPRENDI IL TUO ELETTROCARDIOGRAMMA (ECG)

COMPRENDI IL TUO ELETTROCARDIOGRAMMA (ECG)

Nonostante il continuo rinnovamento delle tecnologie utilizzate per la diagnostica medica, l'elettrocardiogramma (ECG), disponibile dall'inizio del secolo scorso, svolge ancora un ruolo centrale nell'indagine su varie patologie cardiache. L'ECG è un importante esame complementare per l'interpretazione del ritmo cardiaco e per la rilevazione dell'ischemia del cuore.

(medicina)