LA CARNE ROSSA CAUSA VERAMENTE IL CANCRO?

LA CARNE ROSSA CAUSA VERAMENTE IL CANCRO?

Nell'ottobre 2015 l'Organizzazione mondiale della sanità (OMS) ha pubblicato un rapporto dell'Agenzia internazionale per la ricerca sul cancro (IACR) in cui la carne rossa trasformata è stata classificata come cancerogena cancerogena di gruppo I. stesso gruppo a cui appartengono sigarette, amianto e radiazioni ionizzanti. Per coloro che non conoscono il termine, un cancerogeno è in grado di stimolare lo sviluppo del cancro nel corpo.

La diffusione della relazione dell'OMS è stata resa poco chiara a coloro che non sono abituati al linguaggio degli studi scientifici, e presto la stampa laica e i social network hanno cercato di trasformare un fatto noto per almeno alcuni anni in notizie sensazionali . E peggio, alcuni veicoli hanno ora trattato la carne rossa come cancerogeno simile a tabacco.

Non sorprende che il consumo giornaliero di carne rossa, trasformato o non trasformato, sia considerato un fattore di rischio per il cancro del colon e del retto. Proprio qui in MD.Health ne avevamo già parlato nel 2012, nell'articolo: DIETA PER PREVENIRE IL CANCRO. Ciò che è cambiato è che l'OMS ha ritenuto che il livello di prove scientifiche accumulate negli ultimi anni sia diventato sufficiente per autorizzare l'emissione di un rapporto ufficiale sull'argomento. L'attuale rapporto IARC era basato sulla revisione di 800 studi scientifici sul rapporto tra carne rossa e cancro ed è stato preparato da 22 esperti di 10 paesi diversi.

In questo articolo chiariremo la relazione dell'OMS spiegando quali sono i rischi del consumo di carne rossa e quali sono le differenze tra il rischio di carne rossa e il cancro di sigaretta.

Le carni rosse sono pericolose come le sigarette?

Uno dei concetti che provoca maggior confusione nella popolazione è il vero significato del termine "fattore di rischio". Quando diciamo che un particolare prodotto o sostanza è un fattore di rischio per lo sviluppo del cancro, significa solo che, statisticamente, chi consuma quel prodotto avrà una migliore possibilità di sviluppare il cancro per tutta la vita. Questo in nessun modo significa che chi consuma il prodotto avrà necessariamente un cancro o chi non consuma il prodotto è esente dal rischio di avere il cancro.

Il fatto che sia un fattore di rischio non indica necessariamente che il rischio sia elevato. Se una sostanza aumenta il rischio di cancro solo del 5%, a causa di ciò è ancora un fattore di rischio.

La grande confusione che la relazione dell'OMS ha provocato è stata il fatto che le carni rosse trasformate sono state allocate nello stesso gruppo di sostanze a rischio molto più pericolose per la salute, come sigarette, radiazioni ionizzanti e amianto. La divisione del gruppo IARC è costituita dal grado di evidenza scientifica accumulata e non dalla dimensione del rischio. Cioè, quello che la nuova relazione dell'OMS voleva dire è che ora ci sono abbastanza prove scientifiche per affermare che la carne rossa è un cancerogeno tanto sicuro quanto è possibile affermare che la sigaretta è cancerogena.

Leggi anche:
- MALATTIE DELLA SIGARETTA - Come smettere di fumare
- MESOTELIOMA E ASBESTOSI - Malattie da amianto

È importante notare che solo le carni rosse trasformate (spiego dopo) sono state classificate come cancerogene nel gruppo I della IACR. Le carni rosse non trasformate sono state classificate nel gruppo 2A, il che significa che studi scientifici suggeriscono fortemente che queste carni sono un fattore di rischio per il cancro dell'intestino, ma sono necessari ulteriori studi di qualità per poterlo affermare con il 100% sicuro.

Il rapporto non dice che le carni rosse trasformate sono nocive per la salute come il tabacco. Solo per avere un'idea della differenza di rischio, si stima che circa 34.000 decessi per cancro in tutto il mondo ogni anno possano essere associati al consumo frequente di carni rosse trasformate. La sigaretta è responsabile di oltre 1 milione di morti all'anno per cancro e il consumo di bevande alcoliche per oltre 600.000.

Per rafforzare ulteriormente il confronto, Cancer Research UK, un'organizzazione non governativa britannica per la ricerca sul cancro, ha pubblicato un rapporto in cui si afferma che se l'intera popolazione del Regno Unito dovesse smettere di mangiare carne rossa, il numero di nuovi casi di cancro cadono di circa 8800 all'anno. D'altra parte, se l'intera popolazione smettesse di fumare, avrebbero 64.500 tumori in meno ogni anno. Cioè, la sigaretta causa 7 volte più casi di cancro nel Regno Unito rispetto al consumo di carne rossa. Inoltre, circa 9 casi su 10 di cancro ai polmoni sono attivati ​​dal fumo di sigaretta, mentre solo 2 casi su 10 di cancro del colon possono essere attribuiti alla carne rossa.

Pertanto, sebbene le sigarette e la carne rossa abbiano analoghi livelli di evidenza scientifica da considerare cancerogeni, il rischio per la salute non può essere paragonato in alcun modo. Il fumo di sigaretta è molto più salutare della carne rossa.

Qual è il rischio di consumare carne rossa in grandi quantità?

Il rapporto della IACR ha evidenziato che per ogni 50 grammi di carne rossa lavorata che un individuo consuma al giorno, aumenta il rischio di sviluppare il cancro del colon o del retto fino al 18%. Per le carni rosse non trasformate, il rischio aumenta del 17% ogni 100 grammi consumati giornalmente. Questo numero può sembrare grande, ma è un rischio relativo e non un rischio assoluto. Mettiamolo in numeri per renderlo più facile da capire. Nei paesi occidentali, la media dei nuovi casi di cancro tra gli individui che consumano piccole quantità di carne rossa è di 56 casi ogni 1000 persone. Tra coloro che consumano grandi quantità di carne rossa, l'incidenza è di 66 casi ogni 1000 persone. Cioè, per ogni 1000 persone che smettono di mangiare carne rossa, avremo 10 casi in meno di cancro del colon-retto.

Il rapporto mostra che l'aumento del rischio di tumore del colon-retto è piccolo ma aumenta costantemente con l'aumento giornaliero della quantità di carne rossa consumata. Il rapporto, tuttavia, non ha trovato prove sufficienti per consentire di consumare una quantità sicura di carne rossa al giorno. Attualmente, il consumo giornaliero raccomandato non supera i 70 grammi di carne rossa (500 grammi per settimana in totale). Quindi se oggi mangi quella partita da 200 grammi, idealmente, nei prossimi 3 giorni, la tua fonte di proteine ​​animali è uova, pollame o pesce. Alcuni nutrizionisti sono più radicali e suggeriscono il consumo di soli 300 mg di carne rossa a settimana. Sfortunatamente, come è già stato detto, le prove scientifiche dimostrano chiaramente che la riduzione del consumo di carne rossa può prevenire nuovi casi di cancro, ma gli studi non sono ancora stati in grado di dimostrare l'esatta quantità di carne che può essere tranquillamente consumata quotidianamente o settimanalmente.

Dubbi comuni sulla relazione tra carne rossa e cancro

Quali sono le carni che sono considerate carni rosse?

Carni rosse comprendono manzo, maiale, montone, cavallo e capra.

Quali sono le carni considerate carni rosse elaborate?

La carne trasformata è qualsiasi carne che sia stata salata, stagionata, affumicata o fermentata al fine di migliorare il sapore o ottimizzare la sua conservazione. In questo processo sono inclusi alimenti come: salsicce, salsicce, salami, prosciutti, carne in scatola, pancetta e salse a base di carne.

Anche le carni lavorate da altri animali, come il tacchino, sono pericolose?

La relazione dell'OMS riguarda solo le carni rosse. Non ci sono prove che le carni non trasformate di pesce, pollo e tacchino causino il cancro. Tuttavia, quando parliamo di carni bianche lavorate (salate, salate o affumicate), vi sono alcune prove che vi è un rischio più elevato di cancro. Queste prove, tuttavia, non sono così forti come quelle della carne rossa, al punto da classificarle nel gruppo 1.

È consigliabile smettere di mangiare carne rossa?

No, gli studi non indicano la necessità di smettere completamente di consumare carne rossa. Quali studi dimostrano è che la carne rossa non è la migliore scelta di proteine ​​animali e che il suo consumo eccessivo è chiaramente collegato a un aumentato rischio di cancro intestinale. La carne rossa può continuare a essere consumata, ma non dovrebbe essere la principale fonte di proteine ​​animali nella dieta durante la settimana.

Se smetto di mangiare carne rossa non posso avere carenza di vitamine o di nutrienti?

No, finché la tua dieta è equilibrata, non c'è sostanza essenziale per la nostra salute che sia unica per le carni rosse.

Gli scienziati stanno cambiando idea sulle linee guida dietetiche Chi garantisce che la carne rossa non sarà considerata dannosa in pochi anni?

Questa idea che la scienza sta cambiando idea è, di fatto, una conseguenza della mancanza di comprensione di una parte rilevante della popolazione su come funziona la scienza. C'è una grande differenza tra il consenso scientifico e ciò che la stampa laica vive sulla società. Tutte le raccomandazioni scientifiche dovrebbero essere classificate in base al loro grado di evidenza. Quando diciamo che l'associazione tra carne rossa trasformata e cancro ha evidenza 1, ciò significa che la raccomandazione si basa su prove molto convincenti, il che significa che è molto improbabile che questo orientamento cambi in futuro.

Spesso vediamo che studi poveri hanno guadagnato risalto nella stampa laica semplicemente perché i loro risultati sono curiosi o inaspettati. La scienza non è fatta con solo uno o due studi. Un semplice esempio è il rischio di cancro associato all'uso del telefono cellulare. Tutti hanno sentito parlare di studi che indicano un aumento del rischio di cancro al cervello associato all'uso dei telefoni cellulari. Tuttavia, ciò che nessuno dice è che nessuno degli studi è stato considerato di alta qualità, motivo per cui le onde a radiofrequenza dei telefoni cellulari sono classificate dalla IACR solo con il gruppo 2B, che è il gruppo più basso in termini di evidenza scientifica di questa classificazione. Pertanto, sebbene alcuni studi suggeriscano un'associazione tra cancro e telefoni cellulari, dal punto di vista scientifico nessuno può affermare che questa relazione sia dimostrata.

Quali tipi di cancro sono associati al consumo di carni rosse trasformate?

Il gruppo di lavoro IACR ha concluso che l'assunzione di carne trasformata provoca il cancro del colon-retto. È stata anche osservata un'associazione con il cancro allo stomaco, ma in questo caso le prove sono inconcludenti al tempo presente. Sono necessari ulteriori studi per confermare o escludere questa associazione.

Quali tipi di cancro sono associati al consumo di carne rossa non trasformato?

L'evidenza, sebbene non così forte come quella delle carni lavorate, indica un'associazione di ingestione di carne rossa non trasformata con un rischio maggiore di cancro del colon-retto. Ci sono anche prove, molto più deboli però, che la carne rossa può anche aumentare il rischio di cancro al pancreas e alla prostata (leggi: CANCRO DELLA PROSTATA - Sintomi, diagnosi e trattamento).


FLUCONAZOL - Trattamento per candidosi e micosi

FLUCONAZOL - Trattamento per candidosi e micosi

Il fluconazolo è un farmaco antimicotico della famiglia triazolica, ampiamente usato nel trattamento di varie micosi, specialmente quelle causate da funghi Candida, come la candidosi vaginale o la candidosi dell'orofaringe, popolarmente conosciuta come mughetto. Il fluconazolo può essere somministrato per via orale o endovenosa.

(medicina)

ALIMENTAZIONE DURANTE L'ALLATTAMENTO

ALIMENTAZIONE DURANTE L'ALLATTAMENTO

Le donne che allattano al seno hanno un'incredibile capacità di produrre latte materno in quantità e qualità sufficienti per il bambino, anche se non stanno alimentando correttamente. Il corpo della donna dà la priorità alla produzione di latte, ma ci sono dei limiti in cui il corpo può compensare una dieta inadeguata, sia nella qualità che nella quantità di calorie e sostanze nutritive. Ma il

(medicina)