La bambina che mosse la sua bisnonna con demenza

La bambina che mosse la sua bisnonna con demenza

La protagonista di questa storia è Sophie Flynn e ha 5 anni. Dalla sua nativa Irlanda, è stata all'origine di un momento toccante che ha fatto il giro del mondo.

Questa bambina ha avuto la possibilità di condividere alcuni momenti di autentica complicità con la sua bisnonna .

Brenda Brock è una vecchia signora di 82 anni, con diagnosi di demenza e che, nonostante questo, è stato in grado di riconnettersi alla realtà con un membro della famiglia, in grado di offrire i migliori stimoli per rilanciare ricordi.

La piccola Sophie ha vissuto con la sua bisnonna è unica e incomparabile.

È stato così incredibile che i suoi genitori non hanno esitato a filmare questo momento e mostrarlo al mondo.

vi invitiamo a scoprire con noi.

Sophie e la sua nonna Brenda

Brenda Brock ha vissuto per qualche tempo in una struttura geriatrica, , in cui ci prendiamo cura di esso e soddisfa tutti i suoi bisogni.

Riceve anche stimoli per mantenere alcuni dei suoi Capacità cognitive

Ora, è chiaro che, nonostante tutti gli sforzi degli operatori sanitari, la signora Brock non avrà mai più le stesse interazioni di prima, con i suoi cari.

Anche se demenza di tipo Alzheimer cambiare i volti, i nomi e le identità, conservano le emozioni

Leggi anche :. Imparare i 10 sintomi della malattia di Alzheimer

C'è un'unione inspiegabile che non si muove in strutture cerebrali legate alle emozioni: l'ipotalamo, amigdala, il sistema limbico ...

in un certo senso, di danno associato a processi neurodegenerativi che colpiscono molti di questi sistemi di base legati al mondo emotivo .


Era passato molto tempo da quando Sophie aveva visto la sua bisnonna.

Da così tanto tempo che non la ricordava più. All'età di 5 anni, la sua vita era composta da suoi genitori, nonni e cani.

Brenda vive nella casa di questi anziani, dove pochi bambini piccoli di solito vengono a visitare.

Quel giorno i genitori di Sophie decisero che era ora. Il bambino doveva visitare questo membro della famiglia, con il quale condivide lo stesso sangue, la stessa eredità.

A volte i genitori hanno paure quasi irrazionali. Secondo quello che hanno spiegato alla stampa, temevano che Sophie avrebbe visto la sua bisnonna in cattiva salute e non avrebbe avuto paura.

Prostrato nel letto, quasi senza muoversi e incapace di riconoscere i suoi parenti, non era il tipo di persona con cui i bambini amano essere.

La vecchia signora potrebbe essere emotiva o spaventata perché c'è qualcosa che deve essere mantenuto nei pazienti con demenza, è la loro tranquillità e la loro routine.

Vuoi saperne di più? Leggi: Secondo uno studio scientifico, la cura dei nipoti aiuta a prevenire la demenza

E quindi cos'è successo?

Quando i genitori di Sophie entrarono nella stanza dove era Brenda, erano sorpresi della naturalezza della piccola

Non aveva paura e non aveva una reazione di stupore quando vide la sua bisnonna.

La bambina si mise sul letto della vecchia signora e iniziò a cantarle una canzone.

"Sei il mio sole, la mia unica luce solare", le disse con la sua voce infantile, mentre accarezzava la vecchia signora con adorabile tenerezza.

Quando finì la canzone, Sophie non dubitò di un solo secondo prima di prendere in braccio la sua bisnonna e baciarla.

Quello che accadde in quel momento fu magico per Sarah Miller, la madre della bambina.

Come il The Mirror spiega: "Fu incredibile, non potevamo crederci. Entrambi erano felici e ci hanno mostrato tanta armonia e incanto che sembravano essersi conosciuti per sempre. È come se fossero le uniche due persone nella stanza. "

La scena è stata filmata dal nonno di Sophie, Sandy Miller, che in seguito l'ha pubblicata su YouTube. Migliaia di visualizzazioni

  • È noto che la musica e il canto hanno benefici terapeutici per i pazienti con demenza
  • La musica è legata a stimoli positivi, e qualsiasi stimolo positivo genera calma e benessere
  • La migliore condizione dei pazienti con demenza riduce la loro agitazione e stimola la loro funzione cognitiva.
  • Ciò che è successo con Sophie e la sua bisnonna va oltre del rapporto musica-canzone La bambina è uno stimolo emotivo significativo

È possibile che la sua bisnonna non l'abbia nemmeno riconosciuta.

Tuttavia, il calore della bambina le sue carezze e baci sono cose molto emotive nel cervello della persona.

  • In un certo senso, questo momento di magia e complicità rimarrà per sempre impressa nella memoria della nonna e della bambina.
    Momenti carichi di emozioni positive e piacevole unione con crea "ancore cognitive".

Scopri anche 5 modi per rallentare le relazioni tossiche nella famiglia

Grazie alla semplicità, all'umanità e all'incanto di questa bambina e della sua bisnonna madre, abbiamo voluto rendere omaggio a tutti coloro che soffrono di demenza e ai loro cari, che sono con loro ogni giorno.


5 Modi per frenare rapporti tossici della famiglia

5 Modi per frenare rapporti tossici della famiglia

Nessuno merita di vivere in un ambiente emotivamente tossici. Fuori di questo ambiente non è solo necessario, è assolutamente vitale. Alcuni parenti della famiglia sono persone tossici, che possono fare molto male di noi. Tutti, nella misura delle sue possibilità, possiamo rendere la vita difficile, se non impossibile, con il suo comportamento e le sue parole.

(Sesso e relazioni)

Non è che non hai tempo, è che non ti interessa

Non è che non hai tempo, è che non ti interessa

Invece di fingere di essere interessato a te stesso, inizia a esternare veramente ciò che senti. Smetti di mentire agli altri e soprattutto a te stesso Abbiamo sempre tempo per ciò che vogliamo fare . Ma a volte diamo la scusa della mancanza di tempo per non fare ciò che non vogliamo fare. Ad esempio, potremmo essere invitati a cena con gli amici, ma che non vogliamo andare lì.

(Sesso e relazioni)