DIFFERENZE TRA BRONCHITE E ASMA

DIFFERENZE TRA BRONCHITE E ASMA

È molto comune vedere persone che chiamano l'asma bronchiale, come se entrambi i termini fossero sinonimi. Allo stesso modo, termini come la bronchite asmatica e la bronchite allergica sono spesso usati anche per descrivere quadri clinici che sono, di fatto, asma.

Asma bronchiale, bronchite acuta e bronchite cronica sono tre diverse malattie, che hanno cause diverse, patofisiologia e trattamenti, ma che possono causare segni e sintomi molto simili.

In questo articolo ci limiteremo solo alle differenze e alle somiglianze di bronchite e asma. Se sei interessato a conoscere maggiori dettagli su queste malattie, accedi ai seguenti link:

- CAUSE E SINTOMI DELL'ASMA.
- BPCO | Bronchite cronica e enfisema polmonare.

Cos'è l'asma?

L'asma è una malattia infiammatoria delle piccole vie aeree dei polmoni (bronchioli), di causa sconosciuta ma con una componente genetica importante. Il polmone del paziente asmatico è altamente sensibile e sviluppa attacchi di broncospasmo quando esposto a determinati stimoli ambientali, come pollini, fumo, polvere, acari della polvere, aria fredda, ecc.

Durante la crisi d'asma, c'è una reazione infiammatoria delle vie respiratorie polmonari, innescata dagli stessi mediatori chimici che insorgono nei processi allergici. Con l'infiammazione, i bronchioli si gonfiano e si restringono, rendendo difficile respirare. Il broncospasmo asmatico è temporaneo e può essere invertito con i farmaci o spontaneamente nel tempo.

I principali sintomi di asma sono mancanza di respiro, tosse e respiro sibilante al petto (respiro affannoso).

Qual è la bronchite acuta?

La bronchite acuta è un processo infiammatorio transitorio dei bronchi, vie aeree più ampie, solitamente causate da un'infezione di origine virale, come l'influenza.

Il principale sintomo di bronchite acuta è una tosse persistente, secca o espettorato che può durare fino a 20 giorni. La febbre non è comune e serve a distinguere l'immagine da altre infezioni polmonari come la polmonite.

Alcuni pazienti possono avere sibili da broncospasmo, meno intensi rispetto all'asma, ma facilmente rilevabili attraverso l'auscultazione dei polmoni con lo stetoscopio.

L'immagine della bronchite acuta è auto-limitante e migliora spontaneamente dopo alcune settimane

Cos'è la bronchite cronica?

La bronchite cronica è un quadro infiammatorio persistente delle vie aeree, causato dall'esposizione prolungata a sostanze nocive come le sigarette. Il fumo di sigaretta è irritante e causa distruzione e conseguente cicatrizzazione della parete delle vie aeree e del tessuto polmonare circostante, portando a una riduzione permanente delle dimensioni dei bronchioli.

La bronchite cronica, insieme all'enfisema polmonare, fa parte di un gruppo chiamato BPCO (malattia polmonare ostruttiva cronica), una malattia progressiva con prognosi infausta, specialmente in coloro che continuano a fumare.

I principali sintomi della bronchite cronica sono la tosse con espettorazione esuberante, mancanza di respiro, broncospasmo (sibilo) e affaticamento per svolgere attività.

Differenze tra bronchite acuta e asma

La bronchite acuta è di solito un'immagine isolata nella vita del paziente, e la tosse è il sintomo più caratteristico. L'asma è una condizione cronica, con periodi di miglioramento intervallati da periodi di crisi, in cui difficoltà a respirare e respiro affannoso al petto sono sintomi importanti. Un segno caratteristico dell'asma è il respiro affannoso durante l'espirazione, poiché l'aria è più difficile uscire dai polmoni che entrare.

L'attacco d'asma può essere, come la bronchite acuta, scatenata da un'infezione virale respiratoria, ma la bronchite non si manifesta spontaneamente dopo il contatto con semplici stimoli come polvere o polline.

Differenze tra bronchite cronica e asma

I sintomi della bronchite cronica e dell'asma possono essere molto simili. Spesso, ciò che li differenzia sono i fattori epidemiologici, poiché l'asma è più comune nei bambini e la bronchite cronica di solito si verifica negli anziani che sono stati fumatori per diversi anni.

L'asma è una malattia non progressiva che può andare via da sola dopo alcuni anni. Ad eccezione dei casi più gravi, il paziente asmatico si presenta ben al di fuori dei periodi di esacerbazione. La bronchite cronica, d'altra parte, è una malattia progressiva, in cui la paziente peggiora sempre di più nel corso degli anni, raggiungendo il punto di avere disturbi respiratori permanenti e necessità di ricevere ossigeno supplementare, anche a riposo.

Nell'asma, la malattia è limitata alle vie aeree e raramente causa danni permanenti a queste strutture. Nella bronchite cronica, la distruzione e la formazione di cicatrici si verificano non solo nelle vie aeree, ma anche nel tessuto polmonare.

La tosse per l'asma è solitamente secca o con poca espettorazione. Tosse bronchite è in genere catarro persistente.

La riduzione del calibro delle vie aeree dell'asma presenta un grande ritorno dopo la somministrazione di broncodilatatori, le famose bombe di asma. Nella bronchite cronica, l'uso di broncodilatatori ha solo un'azione parziale, poiché i bronchi e i bronchioli già distrutti non rispondono al farmaco.

Quando il paziente presenta asma all'inizio dell'età adulta, la distinzione tra le due malattie può essere più difficile, soprattutto perché molti pazienti con bronchite cronica possono anche presentare asma.

Perché è importante sapere come differenziare l'asma dalla bronchite?

La distinzione tra bronchite e asma è importante, non solo perché impedisce al paziente di essere etichettato con una malattia che non lo fa, ma principalmente perché il trattamento e la prognosi a lungo termine di queste malattie è diverso. L'asma, nella maggior parte dei casi, è una malattia molto più benigna della bronchite cronica.


ANDISMO AORTICO ADDOMINALE - Cause, sintomi e trattamento

ANDISMO AORTICO ADDOMINALE - Cause, sintomi e trattamento

L'aneurisma è una dilatazione in un segmento di un'arteria, che deriva da una fragilità del muro dell'arteria. Avere un aneurisma è sempre un rischio perché un'arteria con un muro debole e dilatato è più probabile che si rompa, causando sanguinamento ingombrante. L'aneurisma aortico, l'arteria più grande e più calibro del nostro corpo, si verifica quando una regione di questo lungo vaso sanguigno diventa più debole, dilatandosi a causa dell'immensa pressione esercitata dal sangue all'interno delle arterie. In ques

(medicina)

PLACENTA PREVIA - Cause, sintomi e trattamento

PLACENTA PREVIA - Cause, sintomi e trattamento

Diciamo che la donna incinta ha placenta previa, o placenta di basso inserimento, quando la sua placenta è posizionata in un luogo che provoca l'ostruzione totale o parziale della cervice, che è efficacemente dove il bambino deve passare al momento del parto vaginale. La placenta previa è, quindi, nient'altro che un'ostruzione dell'uscita dell'utero provocata da una placenta localizzata male. C

(medicina)