Diabete di tipo 2: cause e fattori di rischio

Diabete di tipo 2: cause e fattori di rischio

Il diabete di tipo 2 è la forma più comune di diabete mellito, che colpisce oltre 350 milioni di persone in tutto il mondo.

Questa forma di diabete si sta espandendo, aumentando la sua incidenza in tutti i paesi, principalmente a causa di una dieta povera e di un aumento dei casi di obesità. Negli ultimi 30 anni il numero di casi di diabete di tipo 2 è aumentato di oltre il 100%. Pertanto, la comprensione dei fattori di rischio e delle cause del diabete è essenziale per prevenirlo.

In questo articolo tratteremo solo le cause e i fattori di rischio per lo sviluppo del diabete di tipo 2. Se vuoi maggiori informazioni sul diabete, visita il nostro file di testo sull'argomento: DIABETE MELLITO.

Cause del diabete di tipo 2

Il diabete mellito di tipo 2 è un tipo di diabete che si verifica a causa della scarsa azione dell'insulina nel sangue. Di solito ci sono due problemi: 1) il pancreas produce meno insulina di quanto sarebbe necessario per il corretto controllo dei livelli di glucosio; 2) l'insulina prodotta è insufficiente, funziona male. I tessuti perdono la capacità di riconoscere la presenza di insulina, in modo che lo zucchero nel sangue non raggiunga le cellule. Questo processo è noto come resistenza all'insulina.

Se non hai molta familiarità con le azioni dell'insulina e del glucosio nel nostro corpo, ti suggerisco di leggere: COS'È IL DIABETE?

Sebbene sia una forma di diabete mellito più comune rispetto al diabete di tipo 1, le cause del diabete di tipo 2 sono meno note. Questa forma di diabete è probabilmente innescata da molteplici fattori, non ancora tutti riconosciuti. Perché il pancreas produce meno insulina e le ragioni per cui funziona male non sono ancora completamente comprese.

Lo sviluppo del diabete mellito di tipo 2 sembra implicare complesse interazioni tra fattori ambientali e genetici. Presumibilmente, la malattia si sviluppa quando una persona geneticamente predisposta adotta uno stile di vita "diabetogenico", cioè con eccessivo apporto calorico, stile di vita sedentario, obesità, fumo, ecc.

Il 90% dei diabetici di tipo 2 è obeso o sovrappeso, ma non tutti gli individui obesi sono diabetici. Questo semplice fatto serve a dimostrare che la causa del diabete di tipo 2 non è limitata a un singolo fattore. Molto probabilmente sono coinvolti diversi fattori.

Fattori di rischio per il diabete di tipo 2

Se da un lato non abbiamo ancora pienamente chiarito
le cause del diabete mellito di tipo 2, i suoi fattori di rischio sono già ben noti. Elencheremo sotto i principali:

1. Storia familiare - Gli individui che hanno parenti con diabete di tipo 2, soprattutto se di primo grado, sono a maggior rischio di sviluppare la malattia. Questi pazienti dovrebbero stare molto attenti a guadagnare peso eccessivo.

2. Etnia - per ragioni non ancora note, l'incidenza del diabete di tipo 2 varia a seconda dell'origine etnica del paziente. In ordine decrescente di incidenza, le etnie con il maggior rischio di diabete di tipo 2 sono: discendenti di asiatici, ispanici, neri e bianchi. Ecco un avvertimento, nonostante la maggiore incidenza del diabete nella prole asiatica, la popolazione dell'Asia, avendo abitudini alimentari più sane, finisca per presentare meno casi di diabete rispetto alla popolazione americana, per lo più composta da bianchi.

3. Obesità - il sovrappeso è forse il principale fattore di rischio per lo sviluppo del diabete di tipo 2. Il rischio aumenta progressivamente da un IMC superiore a 25 (leggi: OBESITÀ | Definizioni e conseguenze). L'obesità è un fattore così importante che alcuni pazienti riescono a smettere di essere diabetici solo perdendo peso. Attualmente, oltre il 90% dei diabetici di tipo 2 è in sovrappeso.

Per ulteriori informazioni sull'indice di massa corporea e sul calcolo dell'IMC, consultare il seguente articolo: BMI | calcolo dell'indice di massa corporea.

4. Grasso addominale - oltre ad essere sovrappeso, il modo in cui il grasso è distribuito in tutto il corpo è anche un fattore determinante per un maggiore rischio di insulino-resistenza e diabete di tipo 2. Il rischio di diabete è più alto nelle persone con obesità centrale, cioè, quelli che accumulano grasso nella pancia. Gli uomini con una vita superiore a 102 cm e le donne con la vita superiore a 88 cm sono ad alto rischio. Le donne che accumulano grasso preferenzialmente nei fianchi hanno meno rischi di quelli che accumulano grasso nella regione addominale.

5. Età superiore a 45 anni - anche se è una malattia sempre più diffusa nei giovani, il diabete di tipo 2 è più comune negli individui di età superiore ai 45 anni. La diminuzione della massa muscolare e l'aumento del grasso corporeo che si verifica con l'invecchiamento probabilmente giocano un ruolo importante in questi pazienti.

6. Stile di vita sedentario - uno stile di vita sedentario riduce il dispendio calorico, promuove l'aumento di peso e aumenta il rischio di diabete di tipo 2. Tra i comportamenti sedentari, guardare la televisione per lungo tempo è uno dei più comuni, essendo dimostrato essere associato allo sviluppo di obesità e diabete. L'attività fisica regolare non solo aiuta a controllare il peso, ma aumenta anche la sensibilità del tessuto all'insulina, aiutando a controllare i livelli di glucosio nel sangue. Sia il bodybuilding che l'esercizio aerobico aiutano a prevenire il diabete di tipo 2.

7. Sigaretta - Gli individui che fumano hanno il 40% in più di probabilità di sviluppare il diabete di tipo 2 rispetto ai non fumatori. Più a lungo fuma il paziente e maggiore è il numero di pacchetti consumati al giorno, maggiore è il rischio. L'associazione tra fumo e diabete è così forte che occorrono cinque anni senza fumare per il rischio che il diabete inizi a cadere. E solo dopo 20 anni di non fumatori il paziente ha di nuovo lo stesso rischio di persone che non hanno mai fumato (leggi: MALATTIE DELLA SIGARETTA - Come smettere di fumare).

8. Glicemia a digiuno alterato - La diagnosi di diabete si effettua quando il paziente ha glicemia (livelli glicemici) persistentemente sopra 126 mg / dl. Tuttavia, i livelli normali di glucosio nel sangue sono inferiori a 100 mg / dl. Pazienti a metà strada tra 100 e 125 mg / dL sono considerati con alterata glicemia a digiuno, che è una fase pre-diabete. Il rischio di progressione verso il diabete stabilito è molto alto in questo gruppo.

9. Dieta ipercalorica - La dieta occidentale, basata sul consumo eccessivo di carne rossa, carni lavorate, calorie, dolci e bevande analcoliche, è associata a un rischio maggiore di sviluppare il diabete di tipo 2. Se il paziente è in sovrappeso, il rischio è ancora maggiore . Il consumo regolare di cereali, verdure, soia e fibre riduce il rischio di diabete.

10. Ipertensione : i pazienti ipertesi sono a maggior rischio di contrarre il diabete. Non è noto se l'ipertensione abbia qualche ruolo nello sviluppo della malattia o se, poiché ha molti fattori di rischio comuni, compare solo accanto al diabete, senza alcuna relazione causale. Alcuni farmaci usati per trattare l'ipertensione, come diuretici e beta-bloccanti, interferiscono con l'azione dell'insulina, aumentando il rischio di diabete (leggi: BLOOD HYPERTENSION | Sintomi e trattamento).

11. Colesterolo alto - I pazienti con alti livelli di colesterolo sono anche a più alto rischio per il diabete di tipo 2. I principali fattori sono alti livelli di LDL (colesterolo cattivo) e trigliceridi e / o bassi livelli di HDL (colesterolo buono).

12. Sindrome dell'ovaio policistico (PCOS) - Le donne con PCOS hanno spesso insulino-resistenza e, di conseguenza, il rischio di sviluppare il diabete di tipo 2 (vedere: Sintomi e trattamento).

13. Diabete gestazionale - Il diabete gestazionale è un tipo di diabete che si manifesta durante la gravidanza e di solito scompare dopo il parto. Tuttavia, anche con la normalizzazione del glucosio alla fine della gravidanza, questi pazienti sono ad alto rischio di sviluppare il diabete di tipo 2 entro 10 anni dalla gravidanza.

14. Uso di corticosteroidi : i corticosteroidi sono una classe di farmaci ampiamente utilizzati nella pratica medica, principalmente contro malattie di origine immunologica e / o allergica. Uno degli effetti collaterali più comuni dell'uso prolungato di corticosteroidi è lo sviluppo del diabete.

Mangiare troppe caramelle causa il diabete?

Questa è una domanda molto comune nella popolazione. La semplice risposta è: no, mangiare troppe caramelle non causa il diabete. Tuttavia, è bene sottolineare che una dieta povera, con eccesso di carboidrati e grassi, è uno dei fattori che portano all'obesità o al sovrappeso, questi sono fattori di rischio per il diabete.

conclusione

Come notato, sono già stati identificati numerosi fattori di rischio per il diabete di tipo 2. In questo articolo abbiamo elencato solo il più comune e provato. Esistono anche studi che mostrano una relazione tra diabete e dozzine di altri fattori, come alti livelli di acido urico, schizofrenia, depressione, mai allattamento al seno, ciclo mestruale irregolare, esposizione al bisfenolo A, uso di steroidi anabolizzanti, ecc.

Nessuno può cambiare la propria etnia, età o storia familiare, quindi il paziente deve sempre tenere a mente quali fattori di rischio modificabili. Se hai una storia familiare di diabete, cerca di rimanere attivo, all'interno del peso, di non fumare e di seguire una dieta sana. Non è perché tuo padre o tua madre avevano il diabete di tipo 2 che necessariamente avresti. La prevenzione potrebbe essere alla tua portata.

Guarda anche questo breve video sui sintomi del diabete, che è pubblicato sul canale MD.


BENEFICI E PERICOLI DELLA DIETA DUKAN

BENEFICI E PERICOLI DELLA DIETA DUKAN

L'industria di dieta è una delle aree di assistenza sanitaria più redditizie oggi. Ogni anno siamo bombardati da numerose nuove "diete miracolose" che promettono una significativa perdita di peso con il minimo sforzo. Di tanto in tanto, alcune di queste diete acquisiscono celebrità, in genere modelli o attrici famosi, e hanno una grande visibilità nei media. La

(medicina)

Colera - sintomi, cause e trattamento

Colera - sintomi, cause e trattamento

introduzione Il colera è un quadro di diarrea acuta causata da alcuni ceppi di batteri Vibrio cholerae che producono enterotossine virulente. Queste tossine sono in grado di alterare il funzionamento degli intestini, causando grandi perdite di acqua ed elettroliti come bicarbonato, sodio, cloro e potassio.

(medicina)