Olio di cocco per prevenire i rimedi naturali di Alzheimer

Olio di cocco per prevenire i rimedi naturali di Alzheimer

Per beneficiare dei suoi benefici, dobbiamo ottenere un olio di cocco extra vergine di produzione ecologica, ed evitare tutti quelli che sono raffinati perché possono contenere sostanze tossiche.

Secondo un recente studio pubblicato su riviste come Alzheimer's Society, il consumo regolare di olio di cocco potrebbe prevenire l'Alzheimer

I nuovi rapporti clinici previsti per il 2017 mirano a dimostrare o screditare in modo permanente i benefici dell'offerta di olio di cocco alle persone che soffrono di questa demenza.

Oggigiorno, molti dei pazienti con diagnosi di morbo di Alzheimer presentano un rallentamento del processo degenerativo, invece di presentare uno sviluppo stabile. Questo è già un elemento di speranza.

Oggi la scienza non ha ancora alcuna cura o trattamento efficace per combattere il morbo di Alzheimer.

I medici si affidano solo a Strategie per rallentare la diffusione di questa malattia nella misura del possibile

L'olio di cocco è un'opzione interessante ancora sconosciuta , quindi vogliamo parlarne in questo articolo. Vi invitiamo a prendere nota.

Prevenire il morbo di Alzheimer con olio di cocco

Siamo abituati a leggere o ascoltare molte raccomandazioni per aiutare a prevenire il morbo di Alzheimer: aumentare il nostro consumo di omega 3, preserva la nostra riserva cognitiva, aumenta il nostro consumo di frutta e verdura ...

Dobbiamo tenere presente che, nonostante il fatto che questa malattia degenerativa non possa essere curata, è importante seguire uno stile di vita sano per rallentare la sua insorgenza

L'origine del morbo di Alzheimer si basa su tre presupposti fondamentali: la mancanza di acetilcolina, amiloide o tau e disturbi metabolici.


In che modo l'olio di cocco può aiutarci a prevenire questa malattia? Spiegheremo tutto più avanti in questo articolo

Lo sapevate che è possibile prevenire il morbo di Alzheimer in modo naturale?

Alzheimer e il problema del glucosio

Le cellule nervose di Il cervello delle persone con malattia di Alzheimer non è in grado di utilizzare il glucosio per produrre energia.

Pertanto, queste cellule non svolgono più efficacemente la loro funzione e si degradano.

  • l'olio di cocco agisce a livello cerebrale come una forma di combustibile o energia alternativa, in grado di preservare parzialmente il funzionamento delle cellule nervose.
  • Uno studio clinico è in procinto di essere eseguito negli Stati Uniti per dimostrare che l'olio di cocco può davvero sostituire il glucosio per il funzionamento delle cellule nervose.

I risultati saranno pubblicati nel 2017.

Il ruolo dei chetoni nel nostro cervello

I chetoni sono compositi un agente organico che è presente nell'olio di cocco e potrebbe rallentare la progressione della malattia di Alzheimer.

Esistono diversi modi per ottenerli:

  • Acidi grassi a catena media (MCFA) presenti nell'olio di cocco non si convertono al tessuto adiposo per la conservazione, ma vanno direttamente nel fegato dove vengono convertiti in chetoni.
  • I chetoni rilasciano nel flusso sanguigno e poi vengono trasportati al cervello dove sono facilmente usati come carburante senza l'uso di insulina.
  • Questi chetoni migliorano e migliorano i processi cognitivi.
  • Va ricordato che i pazienti con malattia di Alzheimer hanno una resistenza molto caratteristica all'insulina, quindi l'olio di cocco offre una soluzione un'alternativa molto interessante

Sai quali alimenti sono essenziali per il tuo cervello?

L'olio di cocco può prevenire e curare l'Alzheimer?

Può aiutare l'olio di cocco? curare la malattia di Alzheimer? La risposta è NO. Tuttavia, potrebbe aiutare a prevenirlo.

Oggi gli studi sono ancora insufficienti per fornire una risposta affidabile e affidabile. Stiamo ancora aspettando ulteriori rapporti e studi.

Tuttavia, i seguenti dati sono disponibili. già verificato:

  • L'olio di cocco combatte l'infiammazione.
  • L'olio di cocco migliora i processi cognitivi delle persone con demenza. Va notato, tuttavia, che i suoi effetti sono a breve termine. Oggi l'industria farmaceutica è l'unica a offrire effetti più duraturi.
  • L'olio di cocco fornisce grassi buoni che fanno bene alla salute dei nostri tempi e del nostro cervello.
  • L L'olio di cocco è un integratore alimentare molto energetico e nutriente che fornisce buoni risultati per i pazienti con diagnosi di Alzheimer

Come dovremmo consumare l'olio di cocco per prevenire l'Alzheimer?

La dose raccomandata è un cucchiaio di 15 grammi al giorno. È importante consumare olio di cocco extra vergine (e non raffinato) perché è più naturale di quello sul mercato.

Puoi trovareolio di cocco in forma solida, che molte persone usano come sostituto del burro o della margarina

Scopri tutti i benefici dell'olio di cocco

Il modo migliore per consumare olio di cocco per prevenire la malattia di Alzheimer è:

  • Naturale, deglutire un cucchiaio al mattino al risveglio (15 g)
  • Un cucchiaio mescolato con il caffè (15 g).
  • Un cucchiaio nella tua ciotola di avena
  • Un cucchiaio di olio di cocco nel tuo succo naturale (15 g)

In conclusione, possiamo dire che nonostante la mancanza di studi, consumiamo l'olio di cocco è una buona idea.

È un integratore molto nutriente che ci aiuta a rimanere sani, a perdere peso e prenditi cura del nostro cervello

Sentiti libero di aggiungerlo alla tua lista della spesa!


Come tingere i capelli bianchi prematuri con 5 rimedi naturali

Come tingere i capelli bianchi prematuri con 5 rimedi naturali

Se questo è un segno inevitabile dell'età, a 9 anni i capelli bianchi arrivano a volte a 30 anni, a causa dello stress, dell'uso di determinate sostanze chimiche o per ragioni genetiche. Il loro aspetto è il segnale ovvio di una diminuzione della produzione di melanina, il pigmento responsabile di dare loro questo colore scuro.

(Rimedi naturali)

5 Frullati naturalmente ideale per combattere l'insonnia

5 Frullati naturalmente ideale per combattere l'insonnia

L'insonnia è un disturbo del sonno che spesso rende la vita difficile e immerge coloro che soffrono in uno stato permanente di stress e preoccupazione. Molte persone soffrono di questo problema e vedere la loro qualità della vita deteriorarsi a poco a poco. Secondo i dati dell'Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS), il 40% della popolazione soffre di disturbi del sonno Gli esperti dicono che è molto facile identificare queste persone perché stanno soffrendo di costante cattivo umore, e che lottano per svolgere le loro attività quotidiane.

(Rimedi naturali)