Pensare di essere migliore di nessuno ti rende migliore di molti

Pensare di essere migliore di nessuno ti rende migliore di molti

Imparare a essere migliori è un argomento che molti libri e tecniche di sviluppo personale affrontano.

Per questo, ci guidano a praticare l'auto-conoscenza e l'attenzione interiore e ci aiutano a rafforzare l'autostima.

Dobbiamo sapere che essere una persona migliore non dovrebbe farci sentire meglio. credo che dobbiamo essere migliori degli altri. Saremo sempre né più né meno di noi stessi.

Siamo certi di conoscere qualcuno che, con il suo atteggiamento, il suo comportamento e il suo modo di stringere relazioni, mostra che si sente semplicemente meglio di altro.

Ti invitiamo a pensare a questo.

Quando non c'è bisogno di essere migliori degli altri ci rende migliori della maggior parte dei

Oggi, gli esperti parlano di una tendenza che chiamano "materialismo spirituale". Questo è l'attuale interesse per la conoscenza di sé.

Questo è un argomento che porta molte persone ad allontanarsi dagli altri.

In questa ricerca di consapevolezza di sé, Autostima e auto-miglioramento, ci sono persone che confondono concetti e che si avvicinano a loro in modo sbagliato: aspirano a essere migliori di tutti gli altri.

È quindi necessario affrontare questo problema. idea in modo adeguato. Possiamo sviluppare nuove strategie per rafforzare la nostra autostima, per arricchire le nostre relazioni e raggiungere un successo maggiore, ma mai per superare gli altri.

Ti consigliamo di leggere: 6 Passi per superare una delusione in amore

La personalità umiliante

Chi pratica l'orgoglio, chi ha bisogno di competere e mostrare superiorità, nasconde in lui una bassa autostima.

Piacere mostrare "superiorità", mostrare abilità migliori e persino umiliare il resto con questo atteggiamento onnipotente serve a rafforzare l'autostima che è spesso molto debole.

Nel nostro circolo sociale, nel lavorare, tra i nostri amici e persone care, è sempre la persona classica che usa l'ironia per ridicolizzare il resto, e quindi evidenziare le sue migliori capacità.

Allo stesso modo, questo accade anche con il fenomeno opposto. A volte potremmo trovarci di fronte a persone a cui piace rappresentare se stessi come vittime.

Sono quelli che "soffrono di più", e quelli che capiscono meglio cosa sia il rifiuto, sentendosi la differenza e il piccolo valore.

Da non perdere: la leggenda del filo rosso

In sostanza, è l'altro lato della medaglia: bassa autostima per confrontarsi con gli altri spesso si trasforma in umiliazione

L'umiltà di non voler essere migliori degli altri

Nessuno ha bisogno di questa sete di competizione o di superiorità personale per sentirsi meglio perché causa sofferenza e umiliazione in altri

  • Il più grande piacere risiede nell'auto-trascendenza , e nell'essere una persona migliore ogni giorno, prendendo come riferimento i suoi bisogni, e mai la fragilità degli altri.
  • Se ieri ci sentivamo insicuri noi, se non ci fidiamo delle nostre capacità di accedere a questo o quel lavoro o di stringere legami con una persona che ci attrae, e che oggi ci siamo riusciti, è che siamo riusciti a "Per essere migliore"
  • Qui sta la nostra grandezza: crescere e migliorare ogni giorno perché chi è ossessionato dalla competizione e la sfida si dimentica.

  • Chi cerca di essere migliori di tutti non è umile. L'umiltà è l'aspirazione che tutti dovremmo sapere applicare quotidianamente in ciascuna delle nostre attività e nei nostri comportamenti.
  • L'umiltà è la migliore delle fortezze. Ci permette prima di tutto di avere una buona conoscenza di noi stessi e poi di accettarci.

Migliorare ogni giorno come una persona

Una volta che ci accettiamo, la nostra più grande sfida sarà quella di continuare a crescere ed essere migliori, ad aspirare a questa felicità delle piccole cose che ci arricchiscono così tanto.

Inoltre, essere migliori ha un impatto su quelli che ci circondano.

Ti raccomandiamo di leggere: Non c'è miglior calmamento di un abbraccio che allontana le paure

Per concludere, noi sappi che se dobbiamo abituarci a qualcosa, è a quelle persone il cui cuore è abitato dalla vanità e dall'orgoglio.

Ma invece di infastidirci e aumentare questa rabbia o disprezzo dobbiamo pensare che non valga la pena coltivare emozioni negative.

  • L'ideale è accettarle così come sono, porre dei limiti e allontanarsi. Il vero e autentico successo non è in nessun modo essere migliori degli altri e traboccanti di orgoglio.
  • Il trionfo più nobile sta nell'accettare e rispettare altri, anche se non condividiamo le loro credenze o comportamenti.

i frutti finiscono sempre accadendo con interno benessere o con la sensazione che la nostra sete di competizione ci ha dato una triste solo e indesiderato.


Essere scoraggiati è normale, essere pessimisti no

Essere scoraggiati è normale, essere pessimisti no

Chi non si è mai sentito scoraggiato in un modo o nell'altro? Questo è normale e potremmo persino dire che ci scoraggiamo quasi costantemente. Tuttavia, c'è una differenza tra l'essere scoraggiati e l'essere pessimisti. Da non perdere di: 4 suggerimenti per superare lo scoraggiamento e la tristezza Il pessimismo ci influenza in modo significativo e può persino complicare la nostra vita.

(Sesso e relazioni)

Non so cosa fare della mia vita: 5 strategie per trovare la sua strada

Non so cosa fare della mia vita: 5 strategie per trovare la sua strada

In certi momenti della vita, ci esauriamo noi stessi per trovare un modo che non abbiamo nemmeno intravedere l'inizio Non sappiamo cosa fare, come lavoro, paura di non trovare lavoro e molte altre situazioni in cui ci sentiamo oppressi da chi ci circonda. Leggi: 5 domande per trovare la tua strada quando ti senti perso e confuso Quando questo accade, dobbiamo avere in mente cinque strategie che aiutano a trovare la strada, che non emerge davanti a noi.

(Sesso e relazioni)