Un uomo in coma riprende conoscenza attraverso la terapia rivoluzionaria

Un uomo in coma riprende conoscenza attraverso la terapia rivoluzionaria

Il fatto che una persona riprenda conoscenza dopo diversi anni di coma è ancora una grande notizia.

Ma il recente evento in un ospedale francese ha una caratteristica sorprendente da un punto di vista scientifico, particolarità che darà indubbiamente un barlume di speranza ai parenti dei pazienti in coma.

L'evento si è svolto nel Ospedale neurologico Pierre Wertheimer a Lione (Francia), e non era una coincidenza.

Il fortunato protagonista di questa storia ha cinquant'anni e quando aveva trentacinque anni si ritrovò in coma dopo un grave incidente stradale che lo lasciò lasciato in uno stato vegetativo

Università di Lione, che si trova accanto Ospedale neurologico di Pierre Wertheimer, condotto un interessante esperimento basato sulla semplice stimolazione del nervo vago .

Va comunque sottolineato che il processo era lento e che al momento Attuali progressi e risultati conclusivi sono previsti.

Inoltre, il paziente ha ancora serie sequele e il suo risveglio è lento.

Tuttavia, reagisce già a stimoli diversi: mantiene l'attenzione e guarda, e gira la testa verso tutto ciò che attira la tua attenzione.

È solo l'inizio, la prima fase di una svolta che, senza dubbio, porterà presto alcune notizie sorprendenti.

Per il momento Analizziamo su cosa si basa questa terapia, che è stata sviluppata da un eccellente team medico guidato dal ricercatore Marc Jeannerod dell'Istituto di Scienze Cognitive.

Recupero della coscienza dopo 15 anni di coma

Per gli psichiatri e psicologi, il co nscience è l'enigma più grande da spiegare

Le persone che hanno uno stato vegetativovicino o in coma sanno molto bene che una perdita di coscienza significa venire al confine di morte e vita, lontano dalla realtà

I pazienti si mantengono in vita costantemente, ma sono immersi in un mondo lontano dove perdono la nozione di umanità.

Va ricordato, tuttavia, che questa attività neuronale che delimita l'incoscienza e la coscienza è spesso molto fragile. È questa attività la sfida di molti scienziati: la possibilità di portare una persona in uno stato vegetativo al mondo sensibile, reale e vicino.

Il nervo vago, la chiave del risveglio

Il lavoro è stato pubblicato in Current Biology pochi giorni fa, e la notizia ha già fatto il giro del mondo.

Da parte loro, gli scienziati chiedono cautela perché, per il momento, un solo un paziente è sottoposto a questa terapia. Questa terapia dovrebbe quindi essere estesa a più persone con diversi danni cerebrali per valutare il vero significato di questo risultato.

  • La terapia si basa sulla stimolazione del nervo vago.
  • Il trattamento come è si basa sul posizionamento di un pacemaker piccolo nell'area del nervo vago del paziente
  • Il nervo vago collega un infinito dinervi, organi e strutture con il cervello. La zona del nervo vago corrisponde a un tipo di canale in cui ci sono un'infinità di funzioni che il nervo vago "attiva", stimola o condiziona verso un tipo di risposta.
  • In questo caso, gli scienziati hanno stimolato un'area specifica collegata al nervo vago: la formazione reticolare . È una struttura affascinante responsabile della regolazione, tra le altre cose, degli stati di sonno e veglia.

Il team di neurologi fa parte di questa premessa: una stimolazione del nervo vago potrebbe incoraggiare un ritorno a la coscienza dei pazienti in coma.

Il risultato è stato lento, ma efficace. La prima persona su cui è stato testato questo pacemaker si è svegliata dopo 15 anni immergendosi nel mondo dell'incoscienza , lontano dalla realtà, dal suo ambiente, dalla sua famiglia ...

Altri studi sono ancora necessari, quindi per il momento, "attenzione"

In generale, la risposta della comunità scientifica è un invito alla prudenza. La tecnica di stimolazione del nervo vago in quanto non è nuova. Inoltre, è stato praticato per qualche tempo in pazienti affetti da epilessia o depressione grave.

Questa stimolazione riesce a "riattivare" la coscienza e l'attività di molti organi , ma questa attivazione rimane leggera, molto leggera, da qui la necessità di continuare a lavorare su questa terapia.

  • Anche se nei titoli di molti media e giornali l'idea avanzata è che "un paziente in il coma si è svegliato ", ciò non significa che la persona sia autonoma , e tanto meno in grado di interagire con il suo ambiente.
  • Ciò che è certo è che il paziente è consapevole: è ben sveglio, ma non comunica e non è possibile sapere se capisce la situazione in cui si trova.
  • La sua unica attività fino ad ora è limitata a guarda : guarda, osserva con attenzione e sembra mostrare un particolare interesse quando la sua famiglia l chi sta leggendo

È molto difficile spiegare esattamente cos'è la coscienza. Ha molti livelli e questo paziente è solo al primo livello. Ha ancora bisogno di alcuni passi per salire prima che possa svegliarsi completamente , comunicare e autenticamente connettersi con i suoi cari e il suo ambiente

Speriamo che, con il tempo e la stimolazione adeguata, possa ottenere questo.

Saremo attenti alle notizie su questa terapia del nervo vago nei pazienti in stato vegetativo.

5 consigli per visitare a un paziente ospedalizzato

L'igiene è una delle valute più importanti quando si visita un paziente perché l'ospedale contiene già abbastanza microrganismi. Ulteriori informazioni "


6 Esercizi per alleviare i sintomi dolorosi e fastidiosi di fascite plantare

6 Esercizi per alleviare i sintomi dolorosi e fastidiosi di fascite plantare

Fascite plantare è una cause di dolore nel tallone, che si verificano quando la fascia di tessuto che sostiene l'arco del piede è irritata o infiammata. Ogni anno, oltre due milioni di persone devono essere trattati con fascite plantare e molti di questi devono subire varie terapie per essere in grado di recuperare.

(Cura)

Cosa sapere prima di una mastectomia

Cosa sapere prima di una mastectomia

Ci sono casi in cui il cancro al seno risulta in una mastectomia . Questa non è la prima opzione, ma a volte è l'unica che può salvarti la vita. Per comprendere appieno di cosa si tratta, devi sapere che cos'è la rimozione chirurgica. 'un seno o una parte di un seno. Scrivere o leggere è molto semplice, ma non è tutto il processo che sta attraversando.

(Cura)