LEISHMANIOSE - Sintomi, trasmissione e trattamento

LEISHMANIOSE - Sintomi, trasmissione e trattamento

Abbiamo usato il termine leishmaniosi per definire una serie di malattie causate da parassiti del genere Leishmania. Questi parassiti sono presenti in quasi tutti i continenti, ad eccezione dell'Australia e dell'Antartide, essendo stati identificati più di 20 specie.

La leishmaniosi è caratterizzata dall'OMS (Organizzazione mondiale della sanità) come una delle sei malattie infettive più importanti al mondo. Si stima che circa 2 milioni di persone siano colpite ogni anno.

Nonostante il gran numero di pazienti infetti, la leishmaniosi è considerata una malattia trascurata dall'industria farmaceutica, perché colpisce principalmente le popolazioni meno favorite, cioè con meno potere d'acquisto e meno potenziale di generare profitti per queste aziende. In Brasile, la leishmaniosi è presente in tutti gli stati.

Trasmissione DA LEISHMANIOSE

Anche se infettano principalmente gli animali, gli esseri umani possono essere contaminati se presenti in un'area endemica, sia come turisti che come residenti.

La trasmissione della malattia avviene attraverso la puntura di un insetto, il sandfly del genere Lutzomyia, che è abbastanza piccolo da attraversare zanzariere e schermi. Riceve diversi nomi secondo la regione in cui si trova, come paglia di zanzara, tatuquira, birigüi, cangalhinha, ala bianca, ala dura e paglia.

Non c'è trasmissione diretta da persona a persona. La leishmaniosi è una zoonosi. La zanzara trasmette solo la leishmania se ha punto un animale infetto.

Le fonti di infezione sono principalmente animali selvatici infetti, ma il cane domestico può anche servire come ospite (usiamo questo termine per indicare l'essere infetto). Quando un uomo viene morso dall'insetto che porta la leishmania, può sviluppare due tipi di malattia: la leishmaniosi tegumentaria (che colpisce la pelle e le mucose) o la leishmaniosi viscerale o il kalazar (che colpisce gli organi interni). Ciò che definisce se il paziente avrà la forma cutanea o la forma viscerale è il tipo di leishmania che lo contamina.

Classificazione e sintomi della leishmaniosi

Dopo la puntura di zanzara, il protozoo viene inoculato nel nostro corpo e può riprodursi localmente o diffondersi in tutto il corpo.

1- LEISHMANIASIS TEGUMENTAR O FORMA DELLA PELLE

Più del 90% dei casi del mondo si verificano in Arabia Saudita, Iran, Afghanistan, Perù e Brasile. È caratterizzato dalla presenza di un'ulcera indolore sulle parti esposte del corpo, di forma arrotondata o ovale, di dimensioni variabili (da millimetri a pochi centimetri) e bordi rialzati. Il periodo di incubazione (tempo trascorso tra la puntura di insetto e l'insorgenza dei sintomi) è di circa 2 o 3 mesi, ma può variare da 2 settimane a 2 anni.

1.1 Leishmaniosi cutanea localizzata: di solito c'è una risoluzione spontanea entro un lasso di tempo che varia in base all'immunità dell'ospite e al tipo di leishmania coinvolto. Possono esserci più di una lesione alla volta (fino a 20 lesioni) e di solito c'è una buona risposta al trattamento.

1.2 La leishmaniosi è una rara forma di pelle che si manifesta in solo il 2% dei casi, caratterizzata dalla comparsa di molteplici lesioni papulari e acneiformi (simili all'acne), che interessano varie parti del corpo, tra cui il viso e il tronco. centinaia. Inizialmente ci sono lesioni simili a quelle della forma localizzata, e successivamente la disseminazione del parassita attraverso il sangue, che porta alla comparsa di lesioni distanti dal morso in pochi giorni. Ci possono essere febbre, dolori muscolari, malessere generale e perdita di peso. È una forma che, sebbene più estesa, presenta anche una buona risposta al trattamento.

In Brasile, questa forma è solitamente causata dalle specie leishmania amazonensis e leishmania braziliensis.

1.3 Leishmaniosi : forma cutanea diffusa : forma rara e grave, in cui l'individuo non riesce a generare un'adeguata risposta immunitaria per eliminare il parassita. In Brasile è causato dalla specie leishmania amazonensis.

Non ci sono ulcere ma lesioni nodulari o di placca che coprono estese estensioni del corpo, spesso associate a deformità e che rispondono male al trattamento. Di solito ci sono grandi quantità di leishmania nelle lesioni.

1.4 Leishmaniosi mucosale o muco-cutanea : corrisponde a circa il 3-5% dei casi di leishmaniosi cutanea. È caratterizzato da una risposta immunitaria esacerbata e inefficace, con distruzione dei tessuti in cui si trova l'infezione e scarsa risposta al trattamento. Attacca le mucose delle vie aeree superiori (naso, bocca) ed è indolore. Solitamente si manifesta dopo la guarigione di una lesione cutanea (sia spontaneamente che con terapia inadeguata), attraverso la disseminazione del parassita da parte di vasi sanguigni o linfatici. Tuttavia, può verificarsi senza evidenza di lesione cutanea prima o contemporaneamente a una lesione cutanea a distanza.

2- FORMA VISCERALE DI LEISHMANIOSIS

forma cronica caratterizzata da coinvolgimento sistemico (organo interno) da parte della leishmania, in contrasto con i casi sopra descritti, in cui la malattia è limitata alla pelle o alle mucose. In Brasile, la leishmania chagasi è il parassita che causa la leishmaniosi viscerale.

Il periodo di incubazione varia da 2 a 6 mesi. L'infezione può essere oligosintomatica (quasi o nessun sintomo) o da moderata a grave, portando il paziente a morire.

Nei primi casi sintomatici, ci sono anemia, splenomegalia (ingrossamento della milza), epatomegalia (ingrossamento del fegato) e febbre.

Se non adeguatamente diagnosticata e trattata, la malattia progredisce e perdita di peso significativa, compromissione della funzionalità epatica e renale, febbre continua e riduzione del numero di piastrine e leucociti può portare a sanguinamento, infezioni batteriche e morte.

Nella foto a lato, vediamo un ragazzo con la leishmaniosi viscerale, dove l'area in cui è possibile palpare la milza e il fegato è stata segnata sulla penna. Notare come entrambi incontrano dimensioni notevolmente maggiori.

Diagnosi di leishmaniosi

Nel caso della leishmaniosi cutanea, l'aspetto clinico della lesione cutanea associata ad una storia epidemiologica compatibile può portare alla diagnosi, ma è ideale utilizzare metodi parassitologici (in cui il parassita è indagato su un pezzo di tessuto) per conferma .

Nel caso della leishmaniosi viscerale, la diagnosi parassitologica può essere fatta in campioni di midollo osseo, fegato, milza e linfonodi.

- Intradermalation of Montenegro : test eseguito con iniezione intradermica di antigeni delle leishmania (proteine). Se il paziente è già entrato in contatto con il parassita (è stato infettato o è stato), si verifica una reazione infiammatoria nel sito di iniezione. Può quindi essere positivo dopo il trattamento positivo e negativo nella forma cutanea diffusa, poiché dipende dalla risposta immunitaria dell'individuo. Nei casi di calazar, il test è negativo, diventa positivo solo dopo la cura clinica.

- Diagnosi immunologica : vengono utilizzate immunofluorescenza indiretta (IFN) e ELISA. Questi test rilevano anticorpi anti-Leishmania circolanti nel sangue di persone che sono già venute a contatto con il parassita. Pertanto, non dovrebbero essere utilizzati come criterio diagnostico isolato in assenza di altri dati clinici e di laboratorio,

Trattamento della leishmaniosi

Le droghe di prima scelta per il trattamento della Leishmaniosi sono antimonio pentavalente. Devono essere somministrati per via parenterale (cioè per via intramuscolare o endovenosa) per un minimo di 20 giorni. La dose e i tempi della terapia variano in base alle forme di malattia e alla gravità dei sintomi.

Il suo principale effetto collaterale è l'induzione di aritmie cardiache ed è controindicato nelle donne in gravidanza nei primi 2 trimestri, nei pazienti con insufficienza renale ed epatica e in quelli che assumono farmaci antiaritmici.

Altri farmaci usati nel trattamento della leishmaniosi includono l'amfotericina B, la paromomicina e la pentamidina.

Ci sono vaccini in via di sviluppo in Brasile, già in fase avanzata.


VITAMINA D - Vantaggi e fonti principali

VITAMINA D - Vantaggi e fonti principali

La vitamina D, nota anche come calciferolo, è una sostanza essenziale per la nostra salute ed è responsabile del controllo dei livelli di calcio e fosforo nel sangue e nelle ossa. Negli ultimi anni, la vitamina D ha guadagnato l'attenzione dei media e l'attenzione medica per le sue presunte azioni contro infezioni, cancro e malattie cardiache.

(medicina)

AMOXICILLIN-CLAVULANATE - Come prendere ed effetti avversi

AMOXICILLIN-CLAVULANATE - Come prendere ed effetti avversi

L'amoxicillina e l'amoxicillina con clavulanato (noto anche come amoxicillina con acido clavulanico) sono antibiotici appartenenti alla famiglia delle penicilline e sono ampiamente utilizzati per il trattamento delle infezioni batteriche delle vie respiratorie o come parte dello schema antibiotico contro i batteri H

(medicina)