Nel tempo, ho imparato che né l'attenzione né l'amore implorano

Nel tempo, ho imparato che né l'attenzione né l'amore implorano

Nel tempo, impariamo molto . Uno di questi è che l'attenzione non viene posta e che nessun amore sincero e genuino implora.

Uno dei nostri bisogni più basilari come esseri umani è sentirsi amati e riconosciuti. Senza dubbio È così che leghiamo con un gruppo e cresciamo come persone che sono in grado di dare e offrire tenerezza.

Tuttavia, questa attenzione e tenerezza devono essere sincere.

qualcuno ci gira le spalle non appena gli chiediamo qualcosa, se ci ignora e se invece di portarci amore, ci porta egoismo e solitudine, meglio è è di prendere una distanza. Accettare la realtà.

Perché chi sta ossessivamente chiedendo attenzione quando non può più essere, non farà altro che intensificare la sua sofferenza.

Vivere secondo uno spartito eterno in cui solo lo sdegno e il vuoto sono inscritti ci immerge in una musica troppo triste che nessuno merita.

Dobbiamo agire con dignità. Con questa forza interiore in cui devi lasciare da parte ciò che senti per ricordare ciò che meriti.

Ti suggeriamo di pensare a questo.

L'attenzione che non mendica, l'attenzione che viene offerta con autenticità

Lungi dal vedere il bisogno di attenzione come qualcosa di negativo e come riflesso di una personalità immatura, è necessario chiarire alcune cose fondamentali.

  • Abbiamo tutti hanno bisogno di attenzione e cura di sé. Qualsiasi tipo di rapporto, sia di famiglia che di coppia, si basa su radici di base: la necessità di sentirsi riconosciuti, supportati e accettati per quello che siamo.
  • Nell'infanzia, Un'attenzione sana, positiva e forte aiuta il bambino a crescere con sicurezza e sicurezza.
  • Quando costruiamo una relazione, offrendo e ricevendo attenzione è un riflesso della salute di questa relazione.

Offriamo l'attenzione a qualcuno perché conta per noi perché vogliamo curare, perché vogliamo offrire il meglio di noi stessi

Questo articolo può anche interessare. 4 motivi per non continua insieme

L'attenzione è quindi essenziale in qualsiasi tipo di dinamica tra o più persone, uniti da un legame significativo.

Il problema essenziale sorge quando qualcuno che è importante per noi non ci offre questa dimensione emotiva, psicologica e comportamentale.

Il bambino interiore che chiede l'attenzione deve maturare

Durante l'infanzia, i bambini che non ricevono l'amore appropriato, il riconoscimento altruistico e la tenerezza accompagnati da pazienza e saggezza, sono costantemente alla ricerca di attenzione.

  • Essi, inoltre, nella maniera più complessa. attraverso un comportamento inappropriato, a volte piangere, a volte parlando con sincerità o con rabbia
  • Spesso la mancata ricezione di affetto bambini che ci siamo sentiti un profondo vuoto interiore alla maturità.

un passato intriso di deficit emotivo spesso si traduce in un presente caratterizzato da una bassa autostima.

questa forma di esseri che hanno bisogno gli altri riempire quel vuoto quando diventano adulti.

  • persone che hanno bisogno l'attenzione ai loro coniugi, sapendo che non sono amati devono ritrovare la loro forza emotiva.
  • Nulla è più distruttivo che insistere su qualcuno qualcosa che non esiste più e che è dannoso, tossico e capace di influire sulla salute fisica e mentale.

Se non sei amato e non c'è speranza di trovare questo link, la risposta migliore è la distanza. Accettare ciao

Come comportarsi quando non siamo più amati

Sappiamo che è facile dire ... " Se non ti amiamo, vai via". non amare, non chiedere l'amore, non chiedere l'attenzione. " Come farlo concretamente?

  • Nessuno può smettere di amare da un giorno all'altro, o cancellare ricordi e un passato come quello che getta il suo computer nella spazzatura o che occupa uno spazio "non necessario".
  • È noto, per esempio, che una delusione emotiva o una rottura traumatica di una coppia ha un impatto sul nostro cervello allo stesso modo di quando bruciamo noi stessi.

Vedi anche: Rispettoso amore Sours Everyday

La corteccia somatosensoriale secondaria e la corteccia insulare (aree correlate al cervello) al dolore) interpretare queste situazioni come qualcosa di traumatico: da qui la difficoltà di tagliare questi collegamenti.

Passi per affrontare una pausa

  • Il primo passo, è mantenere una comunicazione matura e sincera con il nostro coniuge.

È necessario ottenere una spiegazione su quello che è successo e sapere che se la relazione è stata rotto è che non c'è modo di resettarlo.

Una rottura è un lutto. Quindi, dobbiamo renderci conto che succederà almeno due mesi in cui incoraggeremo il sollievo dal dolore, ricostruiremo dall'interno e accetteremo pienamente ciò che accade.

Chiedi supporto alla tua famiglia, i tuoi amici Non focalizzare i tuoi pensieri su ieri, costruisci nuovi piani e obiettivi a breve e lungo termine

Ricorda ogni giorno cosa vali come persona Niente meglio che concentrarsi su di te, piuttosto che prenderti cura di te stesso. Ad esempio, pratica la presenza mentale, fai cose che ti rilassano e ti fanno bene.

Immagini di Catrin Welz-Stein


Cosa c'è dietro lo shopping compulsivo?

Cosa c'è dietro lo shopping compulsivo?

Gli acquisti compulsivi sono fatti da persone che acquistano cose che non hanno bisogno e che probabilmente non useranno. in questo modo, accumulano a casa vari oggetti che lasciano da parte, poiché la soddisfazione arriva dal momento in cui hanno realizzato l'acquisto , e non l'uso effettivo di ciò che è stato acquistato Leggi anche questo articolo: 14 disturbi psicologici strani e non riconosciuti Possiamo pensare che le persone che acquistano compulsivamente sono immaturi e non sanno come gestire bene i loro soldi.

(Sesso e relazioni)

Riconciliare con la solitudine

Riconciliare con la solitudine

Quando pensiamo alla parola "solitudine" e tutto ciò che implica, proviamo paura. Una paura terrificante di essere soli, non avere nessuno con noi: la paura di essere abbandonati Questa sensazione è curiosa, perché il mondo intorno a noi è pieno di gente! Ti consigliamo: preferisco una solitudine degna di una cattiva Ma perché ci sentiamo così male quando siamo soli?

(Sesso e relazioni)